Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:17 METEO:PORTOFERRAIO20°34°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 29 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, Cesarini-Rodini oro nel canotaggio: la gioia e il tuffo in acqua

Attualità martedì 16 settembre 2014 ore 09:55

È l’anno dello sparviero

​Notizie dal Campo Rapaci: avvistati 1300 rapaci ad oggi. Osservazioni aperte fino a fine settembre



RIO NELL'ELBA — Sono in pieno svolgimento le attività di rilevamento del Campo Rapaci Elba 2014 sul Monte Serra, a Rio nell'Elba, per tutto il mese di settembre. I monitoraggi della migrazione post-riproduttiva dei rapaci organizzata dagli ornitologi del C.O.T. - Centro Ornitologico Toscano (www.centrornitologicotoscano.org). Ecco alcuni dati che ci comunica Giorgio Paesani

Nei primi 14 giorni del campo sono arrivati a quasi 1300 i rapaci avvistati in migrazione e dai numeri sembra l'anno dello sparviero, visto che, fin'ora, ne sono stati censiti 120.

La maggior parte degli avvistamenti sono di falchi di palude (quasi 600) e pecchiaioli (oltre 300). In un solo giorno di "picco" sono stati contati 521 rapaci!

La caratteristica di questo inizio di settembre, non certo favorevole ai rapaci migratori, è la presenza di specie rare come le cicogne nere (3 in un giorno solo) e le albanelle pallide. 15 i falchi pescatori contati, a conferma dell'importanza per la specie di questa rotta sull'Arcipelago! I rilevatori del Centro Ornitologico Toscano si alterneranno sulla cima del monte Serra, Rio nell'Elba, fino alla fine di settembre.

Si avvisano gli appassionati che c’è ancora la possibilità di unirsi allo staff di rilevatori per migliorare il proprio grado di riconoscimento o per contribuire al censimento. Per informazioni e prenotazioni Giorgio Paesani giopae@tin.it – 3382792315.
La postazione della stazione di osservazione è sempre sulla vetta del Monte Serra, nel comune di Rio nell’Elba, nel Parco Nazionale Arcipelago Toscano, perché è un punto strategico e di grande visibilità. Gli organizzatori ci dicono che la postazione è in funzione tutti i giorni, condizioni meteo permettendo, in due turni di mezza giornata in modo da garantire un po’ di tempo libero ai partecipanti.

Chi volesse comunque raggiungere gli ornitologi per condividere l’emozionante esperienza di osservazione deve prendere la strada che da Rio Elba va a Nisporto, lasciare l’auto sulla sella, in prossimità della bacheca con la cartina del Parco, salire lungo il sentiero di crinale n. 102 che conduce in 20 minuti sulla sommità dove si spazia verso la penisola e verso il Tirreno. 

Fonte Ufficio stampa

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lo ha fatto sapere il governatore della Toscana Eugenio Giani che sta seguendo l'evolversi della situazione. Oggi due roghi hanno colpito l'isola
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

STOP DEGRADO