Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PORTOFERRAIO13°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 21 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni Europee, Prodi: «Candidatura Schlein ferita per la democrazia» e su Scurati: «Segnali di regime»

Attualità giovedì 26 ottobre 2017 ore 17:52

12 Comuni toscani al voto per referendum fusioni

La situazione delle fusioni in Toscana

Domenica 29 e lunedì 30 cittadini alle urne. Il quadro della situazione toscana: in ventidue casi undici volte ha prevalso la volontà di unire



RIO MARINA — Domenica 29 e lunedì 30 ottobre si terrà il referendum in 12 comuni toscani per cinque ipotesi di fusione. Si tratta di Bibbiena-Chiusi della Verna-Ortignano Raggiolo; Chiusi della Verna-Chitignano-Castel Focognano; Rio Marina-Rio nell'Elba; Pergine Valdarno-Laterina; Pieve Fosciana-Fosciandora-San Romano in Garfagnana. I cittadini di Chiusi della Verna avranno due possibilità diverse di fusione.

In Toscana, i processi di fusione coinvolgono un significativo numero di comuni ed il quadro è in continua evoluzione. Al maggio 2017, 11 referendum hanno avuto esito positivo e sono tante le ipotesi aggregative di cui si discute o si e discusso. Entrando nel dettaglio, si contano 22 i casi in cui le proposte di fusione sono già state sottoposte a referendum consultivo: Casentino (maggio 2012); Isola d'Elba, Fignine-Incisa, Castelfranco Piandiscò, Fabbriche di Vergemoli (aprile 2013), San Niccolò Montemignaio (giugno 2013), Borgo a Mozzano - Pescaglia, Pratovecchio - Stia, Capannoli - Palaia - Peccioli, Aulla - Podenzana, Crespina - Lorenzana, Villafranca in Lunigiana - Bagnone, Casciana Terme - Lari, Campiglia Marittima - Suvereto, San Piero a Sieve - Scarperia (ottobre 2013) Sillano-Giuncugnano (ottobre 2014) Abetone Cutigliano (novembre 2015) San Marcello Pistoiese Piteglio, Castellina Marittima Riparbella, Capolona Castiglion Fibocchi (maggio 2016) Montalcino San Giovanni d'Asso (ottobre 2016) Capolona Subbiano (maggio 2017).

Dei 22 processi di fusione sopracitati, in 11 casi la popolazione consultata ha espresso in maggioranza un voto favorevole, per cui sono stati istituiti i seguenti comuni unici:

1- Figline-Incisa (FI)
2- Castelfranco Piandiscò (AR)
3- Fabbriche di Vergemoli (LU)
4- Scarperia e San Piero a Sieve (FI)
5- Crespina Lorenzana (PI)
6- Casciana Terme Lari (PI)
7- Pratovecchio Stia (AR)
8- Sillano Giuncugnano (LU)
9- Abetone Cutigliano (PT)
10- San Marcello Piteglio (PT)
11- Montalcino (SI)

Mentre, in 10 casi l'esito è stato negativo: Capolona - Castiglion Fibocchi; Castellina Marittima - Riparbella; Castel San Niccolò - Montemignaio; Casentino; Isola d'Elba; Borgo a Mozzano - Pescaglia; Capannoli - Palaia - Peccioli; Aulla - Podenzana; Villafranca in Lunigiana - Bagnone; Campiglia Marittima - Suvereto.

Nel maggio 2017, si è svolto il referendum per la fusione di Capolona e Subbiano, con esito differenziato tra i due comuni (qui i risultati) per cui il Consiglio regionale non ha dato seguito a tale percorso.

Qui la cartina delle fusioni di comuni in Toscana (aggiornata a settembre 2017)


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stop all'appello del Comune al Consiglio di Stato. Barbetti accusa l'amministrazione Montagna. Le motivazioni della rinuncia al giudizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Attualità