comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 18°20° 
Domani 19°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 29 settembre 2020
corriere tv
Coronavirus, Burioni: «Per ostacolare il virus servono le giuste precauzioni. Dipende da noi»

Politica venerdì 07 agosto 2020 ore 01:00

"Dissesto finanziario senza la fusione di Rio"

Claudio De Santi
Claudio de Santi

L'ex sindaco di Rio nell'Elba, Claudio de Santi, interviene per ribadire i motivi che lo hanno portato a sostenere la fusione dei due Comuni riesi



RIO — "Leggo in questi giorni troppo spesso, soprattutto sui blog e sui social che parlano del versante orientale dell’isola, che si cerca di riesumare il mio corpo mortale, tentando di farlo divenire imperituro. Non me ne dolgo e ringrazio gli amici e capisco gli avversari". 

Si apre così una nota a firma dell'ex sindaco del Comune di Rio nell'Elba, Claudio de Santi, che interviene per fare chiarezza sulla situazione finanziaria che dopo la fusione grazie ai contributi previsti.

"Tuttavia le chiacchiere stanno a zero. - dichiara de Santi - La verità è semplice e diretta. A seguito di mille problemi, che a giorni leggerete riassunti e rimarcati, ed in particolare di un debito consolidato di 2,4 milioni di euro a cui mi trovai di fronte come sindaco di Rio nell’Elba, avevo davanti due strade ben tracciate e ne dovevo scegliere una. La prima era portare al dissesto finanziario il comune, la seconda accompagnare alla riunificazione le due Rio. Nessuno (o quasi) di coloro che in questi giorni parlano dell’argomento mi pare abbia capito o sappia che cosa voglia dire dissesto: più nessun contributo in entrata, elevazione ulteriore delle tassazioni, nessun contributo ad associazioni, riduzione del personale, nessuna manutenzione del territorio e, per esempio ulteriore, nessuno spettacolo in piazza o qualsivoglia forma di accoglienza turistica. E tutto questo per un lungo ed imprecisato numero di anni". 

"Ho percorso con convinzione la seconda ipotesi (e per questo ho dato le dimissioni) - spiega de Santi - portando con la riunificazione - checché ne dicano i negazionisti - ben sette milioni in dieci anni al nuovo comune e salvando Rio nell’Elba da un baratro diversamente inevitabile". 

"Se poi una amministrazione, per problemi che non seguo più con grande passione, non riesce a strutturarsi ed a gestire un territorio di fatto esiguo, con poco più di 3mila abitanti, me ne dispiace ma non è certo colpa mia. Punto.", conclude de Santi.

Si apprende infatti che l'ex sindaco di Rio nell'Elba ha scritto un libro per raccontare le vicende di cui è stato protagonista come amministratore e che ha dovuto affrontare che a breve dovrebbe vedere la pubblicazione.



Tag
 
Orario voli Silver Air Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità