Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:02 METEO:PORTOFERRAIO23°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
A Bamiyan, nel sito dei Buddha distrutto 20 anni fa dai talebani dove oggi sono sparite anche le donne

Cronaca mercoledì 26 agosto 2015 ore 18:51

Degrado e abusivi, qui vanno a finire gli sfollati

Nel campo in località Orti vengono scaricate le famiglie dopo lo sgombero: e il campo continua a crescere fra roulotte abusive e degrado diffuso



PORTOFERRAIO — Ogni tanto agli onori della cronaca elbana sale l'attività di sgombero di roulotte e camper abusivi nei quali intere famiglie vivono e convivono, spesso in zone vietate, sempre in condizioni igienico-sanitarie sotto il limite di tolleranza.

Attività giusta e ben documentata con foto e comunicati stampa. Ma cosa accade dopo? Tolto l'imbarazzo alla vista, quelle persone che fine fanno?

Finiscono in un campo sterrato, alla fine di una stradina che porta ai depositi di Asa, in località Orti, giusto accanto alla rotonda per San Giovanni. Là in fondo c'è un campo dove finisce ciò che non si vuole più vedere, ciò che si preferisce ignorare.

In origine quel campo era stato adibito ad emergenza abitativa: erano stati installati infatti alcuni prefabbricati che dovevano ospitare temporaneamente quei portoferraiesi in attesa di ricevere una casa comunale. Gente da pensione minima e senza occupazione, spesso con famiglie a carico. Erano una decina i prefabbricati, ora ne sono rimasti cinque, da soluzione temporanea sono diventati abitazione definitiva.

Ma in quella che era quasi una piccola comunità ordinata, sono cominciati ad arrivare gli sgomberati: decine di roulotte con dentro famiglie numerose, cresciute con l'arrivo di parenti e amici. Quindi tende, capanne e spazi che si restringono. Le roulotte inizialmente venivano scaricate nei posti un tempo occupati dai prefabbricati cosicchè potessero usufruire degli allacci di corrente, acqua e fognature, ma esauriti i posti "canonici" le altre sono state messe dove capitava con tutto ciò che ne consegue.

Ecco quindi che il sovraffollamento produce discariche abusive, accampamenti precari e tensioni fra gli abitanti che spesso sono degenerati in episodi di violenza, a volte sugli animali che vengono coinvolti come ripicca verso l'altro.

Ad accoglierci è Angelo, ex imprenditore edile ora fallito che occupa lo stesso prefabbricato da 13 anni. Di fronte a lui Lorenzo, stessa storia. "Qui ci sono una cinquantina di persone, prima eravamo una decina. Riuscivamo a convivere bene, ognuno aveva i suoi spazi e ognuno teneva pulita la propria piazzola. Adesso invece è un caos: sono arrivati tutti da un anno a questa parte, arriva il carro attrezzi e scarica la roulotte.

Italiani soprattutto, ma anche rumeni. Vengono qui, chiamano i parenti, non sappiamo mai quante persone ci sono dietro le tende. Poi tutti gli allacci sono abusivi, spesso fatti male infatti le fogne traboccano ma nessuno viene a svuotare i pozzetti".

Angelo ci indica mucchi di rifiuti, cani e bambini giocano a poca distanza: "Hanno allontanato i bidoni, li hanno messi in fondo alla strada così nessuno ci va e tutto viene buttato nei campi dietro le abitazioni".

Finiamo il giro davanti al suo prefabbricato, dalle tende e dalle finestre arrivano sguardi incuriositi: "Io non voglio avere problemi con nessuno ma qui sta diventando difficile vivere. Ogni tanto arrivano i vigili a fare delle foto ma poi non succede nulla. Io sono un pensionato, non so se farò in tempo ad avere una casa vera, voglio solo vivere in pace quello che mi resta".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Il campo degli Orti
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'azienda fa sapere che ha pubblicato un avviso di selezione per stilare 4 graduatorie di profili professionali richiesti. Ecco i termini
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità