Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:05 METEO:PORTOFERRAIO18°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Festival Economia, la ministra per la Famiglia Roccella contestata. Lei: «C'è un'ostilità verso il mondo della maternità»

Attualità giovedì 19 settembre 2013 ore 09:10

Convitto D'Alesio, comuni, regioni e provincia verso una soluzione. Muti "Noi daremo il nostro contributo"



ARCIPELAGO TOSCANO - Incontro al vertice ieri a Firenze per un confronto diretto fra regione, provincia e comuni dell'arcipelago toscano sul tema della paventata chiusura del Convitto D'Alesio di Livorno che da sempre garantisce agli studenti fuori sede, provenienti in prevalenza dalle isole, di beneficiare dell'accoglienza per tutto il periodo necessario al conseguimento del diploma di scuola superiore in istituti, come il nautico, che non sono presenti nei territori d'appartenenza. Le rette, non sono più sufficienti da tempo a sostenere i costi del Convitto e da anni la provincia di Livorno versa importi che si aggirano intorno ai 100.000 euro l'anno per garantire un servizio così importante per gli studenti. I tagli alla spesa pubblica hanno, però, di fatto reso impossibile proseguire in questa direzione. "Da mesi seguiamo il problema - spiega l'assessore all'istruzione del comune di Portoferraio Jessica Muti con la consapevolezza che è necessario trovare subito una soluzione. Ieri eravamo presenti in video conferenza insieme al comune di Rio Elba, Campo nell'Elba e Capoliveri. C'erano i rappresentanti della regione, settore istruzione e il presidente della provincia Kutufà. Alcuni comuni, come il nostro si sono impegnati da subito a versare un contributo per mantenere l'apertura del D'Alesio per quest'anno. Ciò non esclude, però, che la retta a carico delle famiglie andrà ad aumentare e che saranno fatti dei tagli sul servizio offerto per ridurre la spesa. Ma sul tavolo sono state messe anche soluzioni che potrebbero essere definitive per il futuro del convitto: fra queste la statalizzazione dell'istituto. E' stata poi discussa anche un'altra importante possibilità, - spiega Muti - quella di consentire ai ragazzi dell'isola d'Elba di poter affrontare il biennio direttamente sull'isola, presso l'Itc Cedrboni e poi, con un esame integrativo che riguarda una sola materia, consentire il passaggio al triennio del Nautico a Livorno. Questo infatti, ridurrebbe i costi e i tempi del trasferimento fuori sede e, almeno in parte risolverebbe il problema dei nostri ragazzi e delle loro famiglie".

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'ambulanza era parcheggiata ed è stata presa in pieno da un'auto parcheggiata proprio sotto la sede dei carabinieri in centro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Politica