Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:19 METEO:PORTOFERRAIO22°25°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Barricato in casa ad Ardea, all'esterno si sente un'esplosione

Attualità lunedì 18 gennaio 2021 ore 17:14

Beni confiscati tornano a nuova vita

Foto di repertorio

In una nota della Regione Toscana il punto su immobili e aziende relativi al territorio regionale. Il quadro in provincia di Livorno



LIVORNO — Tra i beni, 141 immobili e 16 aziende, confiscati alle mafie in Toscana se ne contano alcuni che fanno riferimento al territorio della Bassa Val di Cecina. 

Questi i numeri emersi in un più ampio confronto avvenuto tra l’assessore alla legalità della Toscana Stefano Ciuoffo e il nuovo direttore di Anbsc il prefetto Bruno Corda. Un incontro, come spiegato in una nota, che è servito per entrare subito nel merito, con una disamina delle priorità, tra le prime quella di snellire le procedure per l’affidamento dei beni.

Dei 141 immobili già destinati in Toscana sono stati affidati in 105 casi ad enti territoriali (ed utilizzati, tra questi, per 78 volte per fini sociali). Ventitré sono rimasti al patrimonio dello Stato e tredici venduti. Scorrendo la mappa della regione uno risulta nel Comune di Rosignano Marittimo. Tra i 403 beni sul territorio toscano in gestione ancora all’agenzia nazionale, se ne contano 40 nella provincia di Livorno, in particolare nei Comuni di Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Portoferraio, Rosignano Marittimo e San Vincenzo. Di sedici aziende, confiscate alla criminalità, messe in liquidazione o vendute cinque si trovano in provincia di Livorno, nello specifico a Livorno, Piombino e Rosignano Marittimo. Tra le altre cinquantadue in gestione se ne contano anche a Rosignano Marittimo, Portoferraio, Livorno e Piombino.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato colto da un malore mentre risaliva dall'immersione nelle acque dell'Isola del Giglio. Inutili i soccorsi e le manovre di rianimazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro

STOP DEGRADO