Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:16 METEO:PORTOFERRAIO17°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Politica sabato 25 maggio 2013 ore 20:05

Caso Caricchio. La giunta Peria risponde alla minoranza "Massima trasparenza, ecco gli incarichi alla Cisse".



PORTOFERRAIO - Con il "caso Caricchio", ovvero con l'arresto del presidente della Cooperativa Cisse ed ex segretario del pd elbano, la minoranza consiliare del comune di Portoferraio ha chiesto spiegazioni in merito ad attività ed incarichi della cooperativa di cui il Caricchio è stato presidente. La maggioranza così risponde alle questioni poste.
"Le minoranze consiliari al gran completo, a seguito delle note vicende giudiziarie riguardanti il già ex presidente della Cooperativa Sociale CISSE, chiedono al Sindaco di Portoferraio trasparenza sugli atti riguardanti i servizi assegnati dal Comune a questa Cooperativa di lavoratori, insinuando il dubbio che vi possa essere un legame ‘politico’ tra i servizi affidati negli ultimi anni dal Comune a questa Cooperativa Sociale e l’allora appartenenza al PD, con ruolo di segretario fino a pochi mesi fa, del presidente oggi sotto accusa per fatti gravissimi legati ad una esclusiva responsabilità personale.Intanto è bene ricordare che in virtù della legge sulla trasparenza degli atti, ogni affidamento di servizio è regolarmente pubblicato sul sito del Comune con tutti i dati relativi alla necessaria congruità dei costi. Forse a questi consiglieri è sfuggito che anche il Comune di Portoferraio, come tutti gli Enti Pubblici, non può sostituire i dipendenti che vanno in pensione ( solo uno su cinque) e che quindi l’esternalizzazione dei servizi è un fatto obbligato. In questo percorso il Comune di Portoferraio ha voluto sostenere le Cooperative Sociali (non solo la CISSE), cui ha affidato e/o proseguito nell’affidamento di diversi servizi, indipendentemente dai Presidenti che si sono avvicendati. Per completezza di informazione, e per semplificare alla minoranza la ricerca informatica degli atti, di seguito riportiamo l’elenco dei servizi affidati alla Cooperativa CISSE, con la loro decorrenza: Parcheggio di Piazza della Repubblica, San Martino, Sottobomba (periodo estivo) anno 2005 , Bagni Pubblici anno 2002, Trasporto scolastico anno 2010 (in precedenza si integravano ore di autisti della CISSE con gli autisti del comune, Servizio Trasporto disabili anno 2005, Servizio di segnaletica orizzontale anno 2010, Servizio trasporto anziani non autosufficienti al Centro “Blu Argento” anno 2012. Forse a questi consiglieri sfugge che la Cooperativa Cisse che, come le altre, occupa numerose persone svantaggiate, ha negli ultimi anni incrementato i propri dipendenti, arrivando a circa 20 occupati stabili più alcune altre unità legate a servizi estivi.Forse questi consiglieri non si rendono conto che, mettendo in discussione la professionalità acquisita (unici all’Elba) da questa cooperativa, relativamente al servizio di rifacimento della segnaletica stradale orizzontale (da loro definita impropriamente ‘lavori stradali’), creano un ingiusto danno d’immagine ad un soggetto che ha formato da alcuni anni personale dedicato, fornendo in tal modo all’ isola un servizio che veniva altrimenti eseguito a costi maggiori, da ditte esterne all’ Elba. Altra polemica francamente basata sulla disinformazione è quella relativa al trasporto anziani disabili al Centro di Socializzazione “Blu Argento”. Tale trasporto era garantito fino al mese scorso dalla Misericordia di Portoferraio che, nel corso di questi anni ha reso un servizio ineccepibile. A seguito della riduzione dei trasferimenti sul piano sociale di zona e della segnalazione di criticità di tenuta dei servizi, effettuata dall' A.S.L.6 Zona Elba, la Conferenza dei Sindaci ha deciso di ricondurre il costo del trasporto degli anziani da e per il Centro, sui bilanci dei singoli comuni, come da competenze di legge. Il comune di Portoferraio già svolge il servizio di trasporto disabili, e con una integrazione di € 2.000 sul costo del servizio già prestato, si è provveduto ad inserire il nuovo servizio che aveva invece un costo annuo d circa € 15.000. Ma forse a questi consiglieri non sfugge invece un bel niente, semplicemente hanno scelto di fare una polemica politica di corto respiro, che rischia di creare invece ulteriore danno ad un soggetto che, al di là di comportamenti individuali da accertare, da tanti anni opera, e bene, sul terreno del lavoro, dell’integrazione sociale dei più deboli e dei servizi.La Giunta Comunale"

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza questa mattina è intervenuta a Capoliveri con varie pattuglie. Le indagini coinvolgono anche il vicesindaco Leonardo Cardelli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità