QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°23° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 24 agosto 2019

Sport mercoledì 01 giugno 2016 ore 15:30

Iron Tour 2016 al tedesco Fenske e alla Peroncini

Il triathlon chiude la sua cinque giorni di sport con lo sprint di Capoliveri e oltre 150 atleti al via.



CAPOLIVERI — La quinta e conclusiva tappa è stata vinta dal tedesco Norman Fenske dominatore assoluto degli sprint dell’Iron Tour 2016. Proprio qualche ora fa ha conquistato l’ennesimo successo davanti ai bravissimi Alessandro Terranova e al lecchese Fabrizio Riva. Ottimo il 5° posto dell’elbano Fabio Paris.

Podio confermato anche per la classifica generale del Tour che vede Fenske primo a 740 punti davanti a Terranova con 705 e a Riva con 686.

Per le donne, prima Chiara Ingletto davanti a Veronica Signorini e Annalisa Bertelle, assente invece Eleonora Peroncini.

In ottica tour prima Peroncini, seconda Ingletto e terza Signorini.

“Grazie agli atleti, agli sponsor e ai volontari per aver contribuito all’ottima riuscita della manifestazione in un paradiso tanto spettacolare” commenta il presidente Renzo Straniero.

Classifica maschile: 1. Norman Fenske (Tus Neukolln Berlin) 1h08’02’’; 2. Alessandro Terranova (Dermovitamina) 1h08’34’’; 3. Fabrizio Riva (Pratogrande) 1h08’59’’; 4.Matthias Kindel (Firenze) 1h09’49’’; 5.Fabio Paris (Elbaman Team) 1h10’12’’; 6.James Aubry (Firenze) 1h10’19’’; 7.Claudio Galliani (Triathlon Alto Tever) 1h10’20’’; 8.Lorenzo Rossi (Livorno Triathlon) 1h10’23’’; 9. Alessandro Fagherazzi (A3) 1h11’30’’; 10. Marco Ravelli (Feralpi) 1h12’09.

Classifica femminile: 1. Chiara Ingletto (Firenze) 1h16’04’’; 2. Veronica Signorini (Triathlon Cremona) 1h17’17’’; 3.Annalisa Bertelle (Padovanuoto Fidia) 1h19’00’’; 4. Sara Tavecchio (Forhans ) 1h20’11’’; 5. Elisa Monacchini (Dermovitamina) 1h20’33’’.

Il prossimo appuntamento con il triathlon firmato Spartacus è fissato per domenica 26 giugno per l’Idro Man 2016 sulle distanze K113 e Olimpyc. Una gara nota per la impegnativa frazione bike con una pendenza massima del 15% ed un totale dislivello attivo di ben 2920 metri. Uno spettacolo da non perdere. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità