QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 25°25° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 21 luglio 2019

Elezioni martedì 14 maggio 2019 ore 20:00

Dissalatore, replica della lista di Montagna

Walter Montagna

La lista civica "Competenze e valori per Capoliveri" interviene nuovamente sulle polemiche riguardanti il dissalatore a Mola e precisa alcuni punti



CAPOLIVERI — E' ancora polemica sul dissalatore di Mola fra la lista civica "Capoliveri Bene Comune", guidata da Andrea Gelsi, e la lista civica "Competenze e valori per Capoliveri", guidata da Walter Montagna.

Qui di seguito pubblichiamo l'intervento integrale con le precisazioni della lista civica "Competenze e valori per Capoliveri".

"Alla luce degli eventi e delle esternazioni degli ultimi giorni e soprattutto dopo le accuse verso la lista 'Competenze e Valori per Capoliveri' riguardo la vicenda dell’Impianto di dissalazione, che nelle intenzioni del sindaco Barbetti dovrebbe sorgere a Mola con scarico dei residui di lavorazione dell’impianto nel Golfo Stella, per rispetto degli elettori teniamo a fare chiarezza sulla nostra posizione. Venire additati, oggi, come collusi con Asa S.p.a. significa distorcere in mala fede la realtà dei fatti, facendo leva sulla fiducia che i cittadini capoliveresi ripongono in chi li governa. Ciò significa mancanza di onestà intellettuale. 

Ci viene chiesto cosa hanno fatto i componenti della nostra Lista, attuali consiglieri ed ex assessori comunali, per fronteggiare questa minaccia. Bene, rispondiamo ricordando che il sindaco Ruggero Barbetti non ha mai condiviso la benché minima informazione con la Giunta ed il Consiglio, in quanto in prima persona si è reso fin dall’inizio disponibile ad accogliere l’opera all’interno del territorio di Capoliveri. Rammentiamo inoltre che alla Conferenza dei Servizi, diretta all’approvazione del progetto e contestuale adeguamento al PIT - PPR del 26.7.2017, il Comune di Capoliveri ha partecipato mediante l’inoltro di un parere a firma del dott. Ruggero Barbetti, dell’arch. Federica Messina e dell’arch. Vincenzo Alessandro Rabbiolo, tutti favorevoli seppure con marginali osservazioni e prescrizioni. L’unico atto diretto emesso dall’Amministrazione comunale è stata la Delibera di Giunta n. 292 del 14/12/2017 finalizzata alla sola pubblicazione sul sito del Comune… del progetto definitivo riguardante l’approvazione dell’impianto di dissalazione in località Mola (emessa a distanza di vari mesi rispetto alla definizione dell’iter ammnistrativo relativo all’approvazione del progetto del dissalatore conclusosi con Decreto dell’Autorità Idrica Toscana n. 62 del 21.8.2017). 

Si precisa che in quella seduta Leonardo Cardelli era assente e Walter Montagna non ne faceva parte (pertanto consigliamo al sig. Italo Sapere di aggiornarsi prima di procedere a pubbliche ed inesatte esternazioni). Si faccia avanti qualsiasi consigliere di maggioranza e/o minoranza, oltre ad Andrea Gelsi (vicesindaco e dipendete di Asa S.p.a.), se erano a conoscenza dell’argomento o presenti a riunioni e/o incontri dove veniva discusso il progetto prima della sua approvazione. 

Se il Sindaco Barbetti, oggi, alla vigilia delle elezioni, sia stato raggiunto da una folgorante epifania, ben venga! Si assuma però le sue responsabilità, chieda scusa ai Capoliveresi, cosa che non ci risulta ad oggi egli abbia fatto e si unisca alla lotta di coloro che oppongono il dissalatore sin dall’inizio, invece di tentare di rimediare al proprio clamoroso errore gettando discredito su persone che da sempre hanno improntato la propria opera alla coerenza e al rispetto della popolazione.

Ci fanno sorridere le esternazioni sul Web di alcune persone, evidentemente in malafede, quando dicono che 'probabilmente Asa S.p.a. ha passato della documentazione alla Lista Montagna'. Tutti gli atti in nostro possesso sono di dominio pubblico ed anzi, molti sono stati reperiti grazie al lavoro del Comitato e pubblicati sulla loro pagina social 'No al Dissalatore', a partire proprio dall’inizio dei lavori, quindi nulla quaestio. 

Apprezziamo la presa di posizione del Comune di Capoliveri, anche se arrivata in ritardo (sperando di non pagarne troppo le conseguenze) e grazie alle imminenti elezioni comunali. 

Tanto è vero che il primo atto attestante il cambio di direzione rispetto alla scelta fino ad allora sostenuta di appoggiare concretamente il progetto del dissalatore, è consistita nell’incarico dato ad uno studio legale di Firenze di individuare eventuali profili di illegittimità nella procedura, cui si ripete il Sindaco Barbetti ha fornito un contributo di adesione, è della fine di febbraio 2019, a ridosso della campagna elettorale, quando è stato chiaro che la popolazione giustamente contraria al progetto del dissalatore di Mola avrebbe espresso contrarietà alla lista sostenuta dal Sindaco uscente che si riserva nella stessa il ruolo di vicesindaco. 

Sia ben chiaro, questa precisazione si è resa necessaria in replica ai continui attacchi nei nostri confronti. Ai temi e alle domande che noi rivolgiamo a quanti hanno diffuso falsità sulla nostra lista e sul nostro agire, gli elettori saranno in grado di dare la giusta risposta che noi ci aspettiamo. 

Se il 26 maggio la popolazione di Capoliveri ci darà fiducia, noi che siamo e saremo sempre contrari alla realizzazione di quest’opera, sia a livello di Giunta che di Consiglio Comunale, faremo fronte comune con chiunque condivida la nostra posizione attraverso atti concreti che metteremo in atto fin dal giorno successivo alla nostra sperata vittoria elettorale. Ognuno si assuma le proprie responsabilità senza dare colpa o scaricare ingiuste imputazioni ad altri.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Spettacoli

Cronaca