QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°26° 
Domani 20°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 16 giugno 2019

Cronaca venerdì 05 febbraio 2016 ore 14:49

Chiama la ex e minaccia di dar fuoco alla casa

L'uomo ha chiesto un incontro con la ex moglie e le ha fatto trovare il pavimento imbevuto di benzina. Lei è scappata, lui è stato sottoposto a Tso



CAPOLIVERI — Non si arreso alla fine della relazione e questo ha fatto scattare in lui il folle piano. E' successo a Capoliveri nella serata di ieri quando R.N., queste le iniziali del sardo residente a Capoliveri, ha chiamato la ex compagna, con cui ha avuto anche un figlia, e le ha chiesto un incontro. 

Un ennesimo tentativo di riavvicinamento per provare a ricostruire una storia che per lei era invece superata. La donna non si è fidata, probabilmente per alcuni trascorsi turbolenti fra i due, e si è fatta accompagnare all'incontro dal padre. Un'intuizione che ha trovato una spaventosa conferma quando, una volta entrata nell'appartamento, ha trovato il pavimento cosparso di benzina e l'uomo pronto a appiccare il fuoco.

E' stato il padre a prendere l'iniziativa e a mettere in salvo la figlia chiamando immediatamente i soccorsi. Sul posto è intervenuta la volante dei Carabinieri di Capoliveri che hanno bloccato il sardo impedendogli il folle gesto. L'uomo è stato immobilizzato dai militari che hanno chiamato il 118. Sul posto è stata mandata un'ambulanza medicalizzata della Croce Verde che, insieme agli uomini dell'arma, ha provveduto a contenere le violente proteste del soggetto e lo hanno trasportato all'ospedale di Portoferraio dove è stato sottoposto a Tso, Trattamento Sanitario Obbligatorio, per impedire che potesse nuocere a sè stesso e agli altri.

Risolta la situazione di pericolo i volontari hanno chiamato i Vigili del Fuoco che hanno provveduto a bonificare l'appartamento dalla benzina. A carico dell'uomo non sono stati presi al momento provvedimenti di restrizione della libertà, le indagini degli inquirenti sono orientate a verificare la fondatezza della minaccia prima di procedere per un'imputazione. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità