Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:PORTOFERRAIO12°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 23 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A San Siro techno ad alto volume per coprire la festa Scudetto dell’Inter

Attualità martedì 24 novembre 2015 ore 16:01

Locman realizza L'orologio della Pace

​Locman sostiene la fondazione La Fabbrica della Pace devolvendo parte dei ricavi della vendita dell’Orologio della Pace ai suoi progetti



CAMPO NELL'ELBA — La Fabbrica della Pace è una fondazione che, in sintonia con la volontà del Vaticano e in aperto dialogo con le principali religioni, opera attivamente in tutto il mondo per la tutela dell’ infanzia.

Si è svolta domenica 15 novembre la serata evento durante la quale la Fondazione ha illustrato i propri progetti ed è stata l’occasione per illustrare anche il dono simbolo del progetto: “L’orologio della Pace” donato a Papa Francesco lo scorso 4 novembre, nel corso dell’udienza generale in piazza San Pietro, da una delegazione della Fabbrica della Pace. L’orologio della Pace è stato realizzato da Locman Italy, la nota casa di orologi con sede all’Isola d’Elba, partner della fondazione La Fabbrica della Pace. 

Nel corso della serata relatori quali il premio Nobel della Pace del 1976 Betty Williams, esperti di politica internazionale e rappresentanti delle istituzioni, il direttore della Sala Stampa della Santa Sede padre Federico Lombardi, il cappellano del carcere minorile di Casal del Marmo don Gaetano Greco, Marco Mantovani, presidente di Locman, Giovanni Soccodato, executive vice president strategy, markets and business development di Finmeccanica, la dottoressa Alessia Sinatra, pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, il dottor Raoul Felipe Abella Anton, presidente del comitato scientifico della Fabbrica della Pace e primario di cardiochirurgia pediatrica presso l’ospedale universitario Vall d’Hebron, la dottoressa Lorenza Lei, presidente della fondazione e la professoressa Maria Rita Parsi, membro del comitato ONU sui diritti del fanciullo e vice presidente della fondazione, hanno illustrato agli ospiti la missioni della fondazione ed alcuni tra i principali eventi e progetti presenti e futuri. 

All’evento erano presenti anche personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui il conduttore televisivo Max Giusti e l’attrice e cantante Serena Autieri.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno