QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°23° 
Domani 24°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 18 agosto 2019

Politica mercoledì 22 ottobre 2014 ore 10:04

Cambiare in Comune chiede più trasparenza

I candidati della lista Cambiare in Comune minacciano di adire all'autorità giudiziaria se l'amministrazione non renderà pubblici compensi e atti



PORTOFERRAIO — Per due volte hanno chiesto l'accesso agli atti e per due volte nessuna risposta. Così i rappresentanti della lista civica Cambiare in Comune passano alle maniere forti: rivolgersi alla Prefettura per rendere pubblici gli atti dell'amministrazione comunale e i compensi degli eletti.

"Mentre il Parco festeggia alla sede dell’Enfola la sua Giornata della trasparenza, il Comune di Portoferraio persevera in una condotta chiaramente contraria alla concreta ed effettiva partecipazione dei cittadini alla vita del Comune. Dopo cinque mesi dalle elezioni, non risultano infatti ancora pubblicati sul sito istituzionale (www.comune.portoferraio.li.it) numerosi atti essenziali alla conoscenza dell’organizzazione e dell’attività amministrativa, in violazione del principio di Trasparenza previsto dal Decreto legislativo nr. 33 del 2013".

"A nostro avviso - continuano - dopo questo lungo periodo di tempo, la mancata pubblicazione degli atti previsti per legge non è più giustificata e, anzi, sembra essere un preciso stile di condotta unilaterale. In questi mesi, abbiamo cercato di seguire, come cittadini, le scelte tecniche e politiche della nuova amministrazione attraverso la consultazione del sito del Comune, ma in molti casi ci siamo accorti che ciò che stavamo cercando non era pubblicato. Il 30 giugno 2014 la nostra consigliera Alessia Del Torto ha presentato una mozione con la quale chiedeva alla Giunta un preciso impegno al rispetto di questo dovere istituzionale, ma nulla è cambiato". 

"Vogliamo che i cittadini possano conoscere i dati di sindaco, Giunta e consiglieri: curriculum vitae,compensi connessi all'assunzione della carica, dati relativi all'assunzione di altre cariche o incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e indicazione dei compensi spettanti, tutti dati che per legge sarebbe dovuti essere pubblicati entro tre mesi dalle elezioni. A fronte di queste richieste, il Comune ha tempo 30 giorni per pubblicare quanto richiesto; in alternativa saremo costretti a segnalare le omesse pubblicazioni al Prefetto e all’Autorità Nazionale Anticorruzione".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Politica

Attualità