comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 16° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 30 marzo 2020
corriere tv
Coronavirus, Prodi: «Gliolandesi devono capire. Con la crisi, a chi venderanno i tulipani?»

Attualità mercoledì 22 luglio 2015 ore 19:37

Barbetti: "Ecco perchè mollo tutto"

Il sindaco di Capoliveri spiega le ragioni che lo hanno portato alla decisione di lasciare la guida della Gestione Associata del turismo



CAPOLIVERI — E' un Ruggero Barbetti deluso quello che risponde all'ennesima telefonata per spiegare le ragioni di una scelta che rimescolerà e non poco le carte negli equilibri politico-istituzionali isolani.

Il suo annuncio improvviso di mollare tutto e dichiarare game over sull'esperienza della Gestione associata del turismo ha sorpreso molti, spiazzato tutti e fatto piacere a qualcuno. E Barbetti ha una parola per ciascuna di queste categorie, colleghi sindaci compresi.

Il concetto della prima parte di conversazione si può sintetizzare che per Barbetti il gioco della promozione unitaria non vale più la candela delle critiche e dei sospetti: "Un altro attacco alla Gestione associata non lo sopporto, ci sono già passato e già una volta avevo detto che sarei rimasto per amor di patria ma adesso la misura è colma e lascio a chi ha voglia, sono sicuro che non mancheranno i pretendenti".

"Tutti guardano con sospetto la Gestione associata come se facessimo qualcosa di poco chiaro quando invece impegno me stesso e il mio staff per il bene dell'Elba. Ma per cosa poi? La Gestione associata gestisce meno del 10% del bilancio di Capoliveri: su un milione e mezzo che entra dalla tassa di sbarco, tolte le parti redistribuite ai comuni, restano appena 800mila euro".

Deluso ma non remissivo, infatti Barbetti ci mette poco a passare all'attacco: "Perchè non si vanno a vedere i bilanci dei comuni e cosa ci fanno con i proventi della tassa di sbarco? In realtà nella gestione associata ci vogliono mettere le mani in tanti, tutti ronzano intorno, come questo Stefano Muti (il creatore del gruppo Fb "Occhio alla gestione", il detonatore di tutta questa vicenda. ndr)".

E proprio partendo da quel gruppo la domanda è se non sia stata una reazione spropositata rispetto alla cosa in sè; se c'è un politico elbano capace di reggere qualche critica senza scomporsi è proprio Barbetti. E sul gruppo non sono state fatte domande che già non siano state fatte in precedenza.

"Già questo inverno dissi che potevo mollare, adesso la misura è colma. Tutti a chiedere maggiore trasparenza: benissimo, adesso faccio un passo indietro e tutto è consultabile alla luce del sole. Non ho niente da nascondere e che se la vedano gli altri".

Già, ma per vedersela gli altri ci sono dei passaggi formali da rispettare: una conferenza dei sindaci che non è stata ancora nemmeno convocata: "E io non lo farò - continua Barbetti - nessuno me lo ha chiesto".

Posto che per Barbetti la partita della Gestione associata a guida capoliverese è finita, quali sono gli scenari possibili che si aprono a questo punto? 

"Se Capoliveri mette il veto alla tassa di sbarco, questa è morta quindi gli altri comuni possono continuare con la gestione associata fra di loro investendo insieme la  tassa di sbarco e versando al comune di Capoliveri la quota spettante oppure si cancella la tassa di sbarco e mettiamo ognuno la propria tassa di soggiorno e vediamo poi quale comune ci va a guadagnare e quale ci va a perdere".

Uno scenario quest'ultimo che rivoluzionerebbe molte delle strategie turistiche degli otto comuni elbani ma Barbetti è categorico: "Non resterei alla guida nemmeno se me lo chiedessero tutti e in molti me lo hanno già chiesto".

La stoccata finale è riservata ai colleghi fasciati: "Solo Claudio si è fatto avanti (De Santi, sindaco di Rio Elba, ndr) perchè è un amico, dagli altri silenzio. Alcuni sono invidiosi e hanno un continuo bisogno di apparire, ora ne hanno la possibilità".

La chiusura è riservata agli elbani: "Solo ad alcuni, a quelli autodistruttivi. Ci sono elbani che preferiscono distruggere una cosa che funziona per il loro bene piuttosto che essere propositivi. Ecco questa è una lezione per tutti loro".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità