Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO20°25°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità mercoledì 22 luglio 2015 ore 09:53

Barbetti furioso: stop alla Gestione Associata

Il sindaco di Capoliveri su tutte le furie a causa di un gruppo Facebook dedicato alla Gestione Associata: nella serata dichiara sospesi i lavori



CAPOLIVERI — Una reazione che nessuno si aspettava quella di Ruggero Barbetti, sindaco di Capoliveri e reggente della Gestione Associata del turismo elbano, una reazione che ha lasciato tutti i protagonisti a bocca aperta.

Per i tempi e i modi ma soprattutto, a ben vedere, per la causa. Perchè il detonatore di quella che si prospetta una situazione difficile da districare, è stato un gruppo Facebook, "Occhio alla Gestione", nato da poco, ma che ha già raggiunto il centinaio di membri in poche ore, e che riuniva sostanzialmente chi aveva domande e dubbi sull'utilizzo degli introiti della tassa di sbarco.

"Questo gruppo - si legge nella descrizione che ne da Stefano Muti, il creatore - nasce con l’intento di colmare una distanza, quella che si è creata tra i cittadini e la Gestione Associata per il Turismo, ente nato nel 2012 con lo scopo di promuovere il territorio, utilizzano i fondi derivanti dalla tassa di sbarco. In soli due anni, l’Ente ha investito in eventi e progetti promozionali, più di un milione di euro.

Molte delle persone con cui quotidianamente ci troviamo a parlare non sanno come funziona, di che cosa si occupi, alcuni addirittura ne ignorano l’esistenza. Anche per i creatori di questo gruppo, professionisti di ogni settore, che a vario titolo si occupano del territorio, è difficile capire quali siano i meccanismi che muovono i progetti, i criteri di scelta e, non ultimo, quali siano le esatte cifre dedicate ai singoli progetti.

Vorremmo che questo diventi un luogo di confronto, di raccolta di documenti ed atti da condividere, ma anche un luogo in cui, elaborare, proporre e discutere di nuove iniziative e progetti".

Niente di nuovo pare, soprattutto dopo le molte inchieste condotte da tutta la stampa elbana proprio sulla Gestione Associata e su tutto ciò che la circonda. Anche allora i sindaco di Capoliveri si dimostrò suscettibile all'argomento ma neanche allora rovesciò il tavolo.

Invece, nella serata di ieri ecco apparire il diktat che, a meno di ripensamenti, pare porre la parole fine su una delle esperienze comunque più discusse e centrali della politica elbana.

"Ho visto su Facebook che è stato creato un bel gruppo che si chiama Occhio alla Gestione - scrive Barbetti sul suo profilo Facebook - le prime 80 iscrizioni sono sinistre sinistre, tolto qualche addetto ai lavori e qualche gaudente che gode sempre e comunque. Perfetto. 

Una volta si sopporta, due no. Da questo momento il Comune di Capoliveri sospende ogni atto relativo alla Gestione Associata e propone di dividere gli introiti tra tutti i Comuni dell'Elba nelle giuste proporzioni, così come da regolamento. Non è una minaccia ma già da questo preciso momento è un dato di fatto.
I distruttori dell'Elba saranno contenti.
Buona estate a tutti.
Game Over".

Una mossa che spariglia le carte e che coglie di sorpresa anche i colleghi sindaci, tanto che Andrea Ciumei di Marciana Marina fa giustamente notare che la decisione deve essere collegiale: "Ritengo tu debba convocare una conferenza dei sindaci urgente. Salva almeno le forme". 

Un incontro che al momento pare inevitabile per capire il futuro della Gestione Associata e dei lauti proventi della Tassa di Sbarco.

"Io tutelo i miei cittadini - ha commentato pochi minuti fa Barbetti - i miei funzionari e i miei collaboratori. Non sono il Sindaco dell'Elba, ma di Capoliveri e faccio un passo indietro in loro favore. Capoliveri avrà in percentuale, secondo il regolamento tra 500.000 e 600.000 euro per promozione turisatica e derivanti dall'imposta di sbarco. Faremo una grande promozione. E non l'ho voluto io, ma gli affamati di incarichi e soldi pubblici come questo pseudo regista Stefano Muti che ha aperto la pagine Facebook subito condivisa da una marea di cittadini e politici di sinistra. Ma che strano....... Avremo comunque modo di spiegare bene tutti gli avvoltoi che sono girati sul tetto del Comune di Capoliveri per cercare di mungere e bere il late della mucca (Gestione Associata)".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un giovane è stato soccorso dai volontari della Pubblica Assistenza su un sentiero impervio e poi trasferito in elisoccorso fuori Elba
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Elezioni

Attualità

Attualità