QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°25° 
Domani 25°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 agosto 2019

Cronaca venerdì 10 gennaio 2014 ore 23:48

Avevano rubato in diverse case dell'isola, condannati

Un pattugklia dei carabinieri

Avevano raccolto una refurtiva di oltre 16.000 euro



ISOLA D'ELBA — Dopo il fermo con il quale i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Portoferraio li avevano bloccati, in seguito ai numerosi furti compiuti sull'isola in particolare a Campo nell’Elba e Porto Azzurro, è giunta la condanna. Due maggiorenni, R.V. 26 enne e K.N. di 27 anni e S.M. 17enne, tutti e tre stranieri, si erano impossessati di gioielli in oro, orologi e denaro contante per un valore totale di circa 16000 Euro con una rapidità d’esecuzione tale da far intuire che si trattava di veri e propri trasfertisti del furto in casa. Al momento del fermo i militari avevano rinvenuto il consistente bottino, occultato nel vano dell’aria condizionata della Fiat Stilo che utilizzavano per spostarsi, notando che i tre si erano addirittura cambiati i vestiti nella vana speranza di non essere riconosciuti. Dopo le formalità di rito i tre individui furono trasferiti rispettivamente presso il carcere di Livorno e l’Istituto di pena minorile di Firenze.
Il Tribunale di Livorno, verso la fine del mese di Dicembre scorso, ha giudicato i due individui di competenza ritenendoli colpevoli dei reati loro ascritti e condannando R.V. a 3 anni di reclusione e 1200 Euro di multa e K.N. a 2 anni e 4 mesi di reclusione e 1000 Euro di multa oltre al pagamento delle spese processuali per entrambi e delle spese di custodia cautelare per il solo R.V. che dovrà inoltre scontare un ulteriore anno di reclusione a seguito di revoca del beneficio della sospensione condizionale della pena precedentemente concesso per un furto commesso a Santa Teresa di Gallura (OT). La refurtiva era stata già restituita ai legittimi proprietari da parte dei Carabinieri.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità