Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:56 METEO:PORTOFERRAIO12°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Israele, crolla tribuna in una sinagoga: numerosi feriti

Attualità mercoledì 29 luglio 2020 ore 09:15

Salvata una tartaruga marina in difficoltà

La tartaruga marina salvata al largo dello Scoglietto a Portoferraio

La tartaruga si trovava al largo dello Scoglietto di Portoferraio. Dopo la segnalazione della Capitaneria sono intervenuti i biologi di Arpat



PORTOFERRAIO — Nel pomeriggio di ieri martedì 28 luglio la Capitaneria di porto di Portoferraio ha avvertito i biologi del settore Mare di Arpat che un diportista aveva avvistato una tartaruga marina in difficoltà, che non riusciva ad immergersi, al largo dello Scoglietto di Portoferraio, circa a 3 miglia a largo in direzione di Capraia.

Lo rende noto l'Arpat che spiega che gli operatori dell’agenzia che si trovavano in mare con l’imbarcazione del Diving Cavo per l’effettuazione del monitoraggio della Posidonia, nell’ambito delle attività svolte dall’Agenzia nell’ambito della Strategia Marina UE, si sono recati sul posto per dare supporto alla Capitaneria di porto e verificare lo stato di salute della tartaruga.

Il personale Arpat ha così raggiunto la vedetta della Capitaneria che si trovava vicino alla tartaruga che si muoveva poco e rimaneva in superficie. Gli operatori dell’Agenzia si sono immersi e hanno raggiunto l’animale che, pur non avendo evidenti segni particolari (ferite o altro), non si immergeva e rimaneva sostanzialmente ferma. Quindi l’hanno issata a bordo dell’imbarcazione, collocandola in una vasca dove è rimasta in osservazione tutta la notte.

Questa mattina 29 luglio, grazie alla collaborazione della Capitaneria di Porto e dei traghetti di linea, la tartaruga marina è stata trasportata con la prima corsa del mattino a Piombino presso il Centro recupero tartarrughe di Talamone, dove rimarrà nelle vasche curative del Centro stesso in osservazione per qualche giorno per capire la sua problematica.

La tartaruga sembra una femmina con il carapace di una lunghezza di 65 cm ed una larghezza di 62 cm ed un peso stimato di 30 chili è in buone condizioni ed abbastanza in carne, il ché fa sperare che si possa riprendere presto.

Nella gallery in fondo all'articolo tutte le immagini del recupero della tartaruga marina.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa la sfida di Davide Belletti di Parma che si sta allenando per tentare la traversata nel Mar Tirreno partendo da Bastia, in Corsica
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS