Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Attualità venerdì 13 agosto 2021 ore 06:30

Pianosa, "stop alle carrozze trainate da cavalli"

Cavallo che trascina una carrozza a Pianosa

L'associazione Progetto Vivere Vegan chiede lo stop alla sofferenza di cavalli costretti a trainare carrozze piene di turisti sotto il sole



CAMPO NELL'ELBA — L'associazione Progetto Vivere Vegan Odv ha scritto una lettera aperta per chiedere al Comune di Campo dell’Elba e ai diversi responsabili coinvolti, di cessare il servizio della “visita guidata in carrozza” sull’Isola di Pianosa e liberare i cavalli da questa schiavitù.

Qui di seguito pubblichiamo la lettera  aperta indirizzata a Comune di Campo nell’Elba  Info Park, Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Viaggi del Genio Tour Operator di Turismo Sostenibile Srl e Società Cooperativa Pelagos.

"Con la presente vogliamo portare alla vostra attenzione un “servizio” offerto sull’isola di Pianosa: si tratta della “visita guidata in carrozza” e intendiamo evidenziare quanto questa attività sia un grave segno di insensibilità verso i cavalli usati per trainare la pesante carrozza, anche sotto il sole e con temperature altissime.

Ne è stata testimone diretta un’attivista di Progetto Vivere Vegan Odv, che ha girato un breve video: si vede il cavallo, sofferente, costretto a trainare, sotto al sole, una grande carrozza di ferro con dentro dodici persone (e come si può leggere su TripAdvisor si può arrivare addirittura fino a 15 turisti). 

Si tratta quindi di ben oltre una tonnellata di peso che il cavallo è costretto a trainare. Nemmeno con il caldo torrido si è pensato di sospendere questa sofferenza per il cavallo, tanto che si potrebbe ipotizzare il maltrattamento di animali.
Sul sito che propone la visita si legge: “Un mezzo lento e dolce per vivere la natura, le bellezze e il fascino dell’isola. L’escursione attraversa le diramazioni dell’ex carcere e gli Orti di Pianosa, con alcune soste per ammirare il panorama. Durata: 1 ora e 30’“.

Tale “servizio turistico” lascia sgomenti e rattrista chi porta rispetto agli animali: come si può ammirare la bellezza dell’isola se davanti ai nostri occhi c’è un cavallo in stato di schiavitù e visibilmente sofferente?

Al di la della sofferenza dei cavalli, è comunque un servizio diseducativo per i turisti e soprattutto per i bambini, che avrebbero bisogno di un insegnamento di rispetto e non di sfruttamento anche verso gli animali.

Un’isola come Pianosa si può presentare ai turisti con una veste innovativa e urgente, che mostri rispetto per la natura e gli animali con scelte concrete, ad esempio adottando mezzi elettrici per far visitare l’isola anche a chi ha difficoltà a camminare.

Con la presente siamo quindi a chiedere che i cavalli siano lasciati in libertà controllata sull’isola e non più costretti a trainare la carrozza per i turisti. Far ammirare questi animali liberi sarà un valore aggiunto per il turismo sull’isola".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il consigliere regionale Petrucci di Fdi: “12 letti nuovi inutilizzati per manca personale, è una vergogna! Bezzini dia risposte all'Elba".
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità