QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°32° 
Domani 17°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 29 luglio 2016

Attualità sabato 19 marzo 2016 ore 15:06

Beni demaniali, le priorità dell'amministrazione

Il Comune avvia le procedure per la valorizzazione dei beni acquisiti con il federalismo demaniale: precedenza a Galeazze e ex poste

PORTOFERRAIO — Con la pubblicazione sull'albo pretorio prende avvio ufficialmente la procedura di valorizzazione degli edifici acquisiti dal Comune all'interno del procedimento noto come federalismo demaniale: la cessione all'amministrazione di edifici appartenenti a altri enti dello Stato.

Il piano annunciato nei mesi scorsi dall'assessore al demanio Angelo Del Mastro trova ora il primo passo concreto con l'affidamento agli uffici del compito di stilare i bandi da rivolgere ai privati e di attuare tutte quelle misure necessarie ai cambi di destinazione d'uso che serviranno per dare nuova vita agli edifici ora in disuso.

Un processo che, si legge nel documento: "E' un'opportunità di valorizzazione per promuovere sviluppo economico ed occupazionale, riqualificazione del territorio ed in particolare del centro storico".

Vengono quindi fissate le priorità di intervento: utilizzazione quale parcheggio a pagamento del piazzale della ex Caserma Teseo Tesei (la parte adiacente gli impianti sportivi fronte mare), utilizzazione quale struttura commerciale integrata e polifunzionale del complesso delle Galeazze, utilizzazione quale sede di attività ricreative e terziarie dei Forni di S.Francesco, utilizzazione quale sede di attività ricreative e terziarie delle ex poste e utilizzazione per fini residenziali della palazzina Residenza Stella/Mulini.

Definizioni indicative ma generiche che Del Mastro specifica: "Per quanto riguarda le Galeazze vogliamo destinarlo alla valorizzazione dei prodotti tipici, farne una sorta di centro del buon vivere elbano - spiega l'assessore - ma prima sono necessari i lavori di rifacimento del tetto per i quali abbiamo chiesto un finanziamento di 850 mila euro dai Fondi Dupim per le isole minori.

Per le ex poste confermo quello che ho già dichiarato quando abbiamo presentato la proposta in Giunta: per attirare visitatori abbiamo pensato di farci un polo museale. E’ qui che potrebbe essere realizzato il museo del mare". 

La parte alta del centro, zona Padiglione dei Mulini e Forte Stella, è molto visitata ma "mancano i servizi di ristorazione – continua l’assessore – quindi nella palazzina di Forte Stella si potrebbero realizzare un ristorante e un bar. Per il Padiglione abbiamo pensato ad un albergo, per creare un percorso che dal centro porta verso la parte alta che ospita musei importanti".

I prossimi passi degli uffici sono quindi: indire una gara di evidenza pubblica per la valorizzazione del piazzale della ex Caserma Teseo Tesei e del complesso delle Galeazze e procedere alla progettazione preliminare degli interventi da realizzare sui Forni di S.Francesco ed ex poste. Dovranno poi essere predisposti i bandi di gara per l'eventuale alienazione, previa stima di valore, della palazzina Residenza Stella/Mulini. Il tutto richiederà approssimativamente tre mesi per la definizione dei procedimenti e l’avvio delle procedure.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag