Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PORTOFERRAIO24°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 29 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, nuovo blocco del Gra. Per fermare il taxi l'attivista salta sul cofano: «Scendi o ti sfondo»

Lavoro giovedì 24 febbraio 2022 ore 17:02

L'ispettorato del lavoro sciopera

Foto di archivio

Lavoratori in stato di agitazione. Confronti aperti davanti alle sedi di Livorno e Pisa. Poi una intera giornata di sciopero



LIVORNO — Tutti i lavoratori dell’Ispettorato del Lavoro di Livorno e Pisa sono in stato d’agitazione, proclamato a livello nazionale da Fp Cgil, Fp Cisl, Uilpa, Flp, Confintesa, Confsal Unsa e Usb, e si stanno mobilitando con assemblee quotidiane in tutti gli uffici del territorio nazionali dal 21 Febbraio fino al 25 Febbraio 2022, giorno in cui le assemblee si svolgeranno all’esterno, di fronte le sedi di Livorno e Pisa, aderendo allo stato di agitazione sindacale unitario. Proclamato lo sciopero, inoltre, per l'intera giornata del 4 Marzo 2022.

"Il primo sciopero dell’Ispettorato del Lavoro arriva in un clima di profondo disagio per i lavoratori e di enormi difficoltà per il necessario Servizio Pubblico di tutela del lavoro; - si legge nella nota del sindacato - infatti sia il personale ispettivo che il personale amministrativo si trova ad operare in assoluta scarsità di risorse strumentali e con organici gravemente insufficienti. In questo Stato di sofferenza arriva anche la clamorosa esclusione del personale dell’INL dalla bozza del DPCM di armonizzazione delle indennità di amministrazione, prevista per tutti coloro che applicano il CCNL Funzioni Centrali ad eccezione delle “agenzie” che applicano il medesimo CCNL, fra cui proprio l’Ispettorato del Lavoro, un errore e una discriminazione inaccettabili! Come organizzazioni sindacali, da sempre, sosteniamo la necessità di maggiori assunzioni ed investimenti per INL per dare maggiore tutela del lavoro, comprese le nuove e complesse attribuzioni, come in tema di Sicurezza del Lavoro che necessitano di specifiche assunzioni, professionalità e formazione, ad oggi insufficienti. La strage quotidiana dell’insicurezza sul lavoro, ha bisogno di una risposta dello Stato vera e concreta, non possiamo fermarci alle campagne di comunicazione in cui il personale dell’Ispettorato viene dipinto quale panacea senza che ci siano le necessarie assunzioni e riconoscimenti professionali ai lavoratori".

"Il personale amministrativo è sfinito e non ha ricambio generazionale da ben oltre venti anni, condizione che mette a rischio i Diritti di molti lavoratori, come quelli garantiti alle lavoratrici madri, che nelle sedi di Livorno e Pisa registrano numeri e prestazioni fra i maggiori di tutta la Toscana. - hanno denunciato - In questo clima di esasperazione, fra competenze che aumentano, grave carenza di organico, sovraesposizione mediatica e di responsabilità conseguenti, si aggiunge la discriminazione salariale per l’ingiusta esclusione dalla bozza del DPCM che applica il rinnovo del CCNL Funzioni Centrali, recentemente siglato".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Viabilità rallentata in ingresso a Portoferraio complici il maltempo con molte auto in giro e un cantiere di Asa per riparare un guasto non urgente
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Spettacoli

Attualità