Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:30 METEO:PORTOFERRAIO14°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il cancelliere tedesco Scholz compie gli anni: i leader del G7 gli cantano «Happy Birthday»

Attualità venerdì 26 aprile 2019 ore 15:42

Piombino e San Vincenzo nella Toscana da bere

Foto di repertorio

Nel libro di Bellanca e Gemelli la top 70 dei migliori cocktail della Toscana. La selezione della provincia di Livorno



FIRENZE — Ci sono anche i cocktail bar del Bellavista di Piombino e del Paradisino Beach Club a San Vincenzo nella top 70 racchiusa nel libro Toscana da bere, di Federico Bellanca e Marco Gemelli, edito da Il Forchettiere. 

La provincia di Livorno si fa riconoscere anche per il Baracchina Bianca, il Makutu Tiki Bar e lo Sketch a Livorno, il Dai Dai Bistrot a Castiglioncello e il Land’ho a Rosignano, oltre al concorso Elba Drink che si tiene in autunno a Portoferraio e al liquorificio artigianale Il Re dei Re.

Non si tratta di una guida tour court, ma un progetto che vuole offrire una fotografia dello stato della mixology contemporanea in Toscana, a partire dai 70 migliori cocktail bar, in un racconto che oscilla tra i palazzi rinascimentali in centro a Firenze e le cantine del sale medicee del porto di Livorno, fino alle stalle papali di Pienza. Una pubblicazione che arriva nell’anno del centenario del Negroni e in un momento di profonda espansione del settore. “Un viaggio - hanno spiegato Bellanca e Gemelli - dove storie, luoghi e personaggi si mischiano come gli ingredienti di un buon cocktail in un bicchiere”.

Nelle pagine di “Toscana da Bere” non mancano le storie imprenditoriali delle piccole e grandi aziende made in Tuscany legate alle materie prime: c’è la “signora della grappa” di Paganico in provincia di Grosseto e il militare livornese che nel deserto afghano ebbe l’intuizione di produrre liquori allo zafferano, ci sono i due giovani produttori fiorentini di vodka alla canapa e l’ideatore dell’unico rum toscano sulla costa, nonché l’imprenditore pratese che ha riesumato liquori perduti o quelli che, da Massa a Firenze, hanno rinnovano amari d’antica tradizione come il vermouth, la china o il Ronchi Pichi.

Dopo il lancio a Firenze, “Toscana da Bere” sarà in tour nei cocktail bar di tutte le province.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È accaduto nel pomeriggio di oggi. Il fumo era visibile verso sud di Punta Calamita. Operazioni di soccorso della Guardia Costiera
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità