QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°23° 
Domani 24°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 18 agosto 2019

Cronaca martedì 23 luglio 2019 ore 18:34

Palazzina crollata, indagini sulla fuga di gas

Inquirenti al lavoro per individuare eventuali responsabilità per l'esplosione mortale. Accertamenti sulle bombole di gas esterne all'edificio



PORTOFERRAIO — Dopo una mattinata infernale alla ricerca disperata dei corpi delle persone rimaste all'interno della palazzina crollata di via De Nicola alle 4.40, forze dell'ordine e vigili del fuoco hanno trascorso il resto della giornata a mettere in sicurezza tutta l'area e a cercare qualunque indizio possa far luce su eventuali responsabilità nella tragedia.

La deflagrazione costata la vita ai coniugi Silvano Pescatori, 68 anni, e Grazia Mariconda, 76, è stata provocata da una fuga di gas il cui odore ha continuato ad aleggiare per ore nella zona. All'esterno della villetta multifamiliare ci sono tre grosse bombole di gpl, una per ciascuno dei tre appartamenti che si trovavano all'interno. Sia l'edificio crollato che le bombole sono state messe sotto sequestro. Verifiche in corso su tutti gli impianti.

Restano gravissime anche le condizioni di due dei tre feriti. Si tratta di due anziani genitori e della figlia, che vivevano in uno dei tre appartamenti della palazzina mentre gli altri due erano occupati rispettivamente dalle due vittime e da un'altra coppia con un figlio che invece si è salvata.

Paricolarmente critiche le condizioni del padre e della figlia, rispettivamente 76 anni e 46 anni. Entrambi hanno riportato profonde ustioni, molto estese e lottano fra la vita e la morte all'ospedale Cisanello di Pisa. E' invece ricoverata nel reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Livorno la madre, 75 anni.

Il Comune di Portoferraio ha decretato due giorni di lutto cittadino.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Politica

Attualità