comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°21° 
Domani 19°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 05 giugno 2020
corriere tv
Coronavirus, Crisanti: «Austria fa bene a non riaprire confini all'Italia»

Cronaca martedì 23 luglio 2019 ore 12:10

Palazzina crollata, trovata morta anche la donna

Dopo molte ore di ricerche è stata ritrovata senza vita la donna dispersa sotto le macerie della villetta multifamiliare esplosa per una fuga di gas



PORTOFERRAIO — Dopo molte ore di ricerche è stato ritrovato senza vita il corpo di Grazia Mariconda, 75 anni, la donna rimasta sepolta sotto le macerie di una palazzina crollata questa mattina all'alba, a seguito di un'esplosione provocata da una fuga di gas. 

Nel crollo dell'edificio ha perso la vita anche il marito, Silvano Pescatori, 67 anni. La coppia, di origine elbana ma residente a Livorno, periodicamente soggiornava in uno dei tre appartamenti della villetta di via De Nicola letteralmente polverizzata dalla deflagrazione. 

Al momento dell'esplosione, avvenuta alle 4 e 40, i coniugi Pescatori si trovavano al primo piano. Mentre il corpo del marito è stato ritrovato quasi subito, i vigili del fuoco hanno dovuto demolire una porzione di tetto rimasta integra per raggiungere l'area in cui si presumeva che potesse trovarsi la donna. Un lavoro lungo e complesso, messo in atto dopo aver preso in esame mappe catastali aggiornate dell'edificio e utilizzando pesanti gru che hanno quasi sbriciolato quel che restava della copertura. Alla fine i resti della seconda vittima sono stati portati alla luce.

Altre tre persone, una coppia di genitori anziani che abita con la figlia in un altro appartamento della villetta multifamiliare, sono rimaste gravemente ferite. Il padre e la figlia, rispettivamente 76 e 46 anni, hanno riportato ustioni molto estese e profonde e versano in condizioni gravissime. Sono state trasferite all'ospedale di Cisanello, a Pisa, con l'elisoccorso. La madre, 75 anni, è invece ricoverata nel reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Livorno.

Ma in questa tragedia c'è anche chi si è salvato: nel terzo appartamento della palazzina viveva una coppia con un figlio che, svegliati di soprassalto dal boato, sono riusciti a mettersi in salvo. La loro casa è distrutta ma tutti e tre sono vivi e stanno bene.

In corso le indagini per ricostruire le cause della fuga di gas e della deflagrazione.



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità