Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:PORTOFERRAIO18°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 22 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Afghanistan, la sfida delle giornaliste: a volto scoperto in tv nel primo giorno di divieto

Attualità domenica 16 agosto 2015 ore 11:07

Tartaruga marina ferita, salvata dalla Capitaneria

Un grosso esemplare di Caretta Caretta è stata tratta in salvo dalla Capitaneria di Porto e curata dallo staff dell'Acquario dell'Elba



PORTOFERRAIO — Nel tardo pomeriggio di venerdì, 14 agosto, un diportista ha rinvenuto al largo dell'Enfola un esemplare di tartaruga marina Caretta caretta in evidente stato di sofferenza. 

L'animale, protetto da severe leggi internazionali, è stato prontamente recuperato dagli uomini della Capitaneria di Porto di Portoferraio ed affidato per le prime cure allo staff dell'Acquario dell'Elba di Marina di Campo. La veterinaria Marina Tiberto ha riscontrato alcune escoriazioni sulla testa e 4 ferite sul carapace, due delle quali abbastanza profonde, sicuramente attribuibili all'impatto con l'elica di un'imbarcazione

Ad un primo esame, non pare risultino coinvolti organi vitali: tuttavia la gravità delle ferite ha imposto il trasferimento in adeguata struttura specializzata. Dopo essere stato stabilizzato per la notte, questa mattina i biologi dell'Acquario hanno trasportato il grosso rettile (una femmina di circa 40 Kg) a Portoferraio, accolti da personale della Capitaneria che ha provveduto al trasferimento sul traghetto Aethalia della compagnia Toremar. 

Giunto a Piombino, lo sfortunato animale è stato consegnato alla Dott.ssa Chiara Caruso, responsabile veterinario del Centro Tartanet di Talamone, dove verrà adeguatamente curato prima di procedere, una volta guarito, alla reintroduzione in mare. 

Incidenti di questo tipo non sono purtroppo rari, specie in periodi di grande traffico nautico: le Tartarughe marine necessitano di emergere per poter respirare e il rischio di collisione, oltre che per questi splendidi e rari abitanti dei nostri mari, può risultare pericoloso anche per le imbarcazioni ed i loro occupanti. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sul posto la Pubblica Assistenza Croce Azzurro di Cavo e l'elisoccorso Pegaso ma sono stati vani i tentativi di rianimare l'uomo
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità