Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:23 METEO:PORTOFERRAIO16°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Attualità mercoledì 04 marzo 2015 ore 11:47

Rossi: "No alla chiusura dei piccoli ospedali".

Il Governatore spiega la riforma in Consiglio regionale e spinge verso la rete ospedaliera ma i Comuni dimenticati vanno dal Ministro Lorenzin



FIRENZE — Giornata importante per la sanità elbana che sta con l'orecchio a terra per capire quali segnali arriveranno da Regione e Governo. Se infatti ieri a Firenze ha parlato il Governatore Enrico Rossi, intervenendo in Consiglio Regionale, oggi l'Associazione dei Comuni dimenticati, nata proprio a Marciana, va a Roma a incontrare il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin con l'intento di obbligare proprio la Regione a riconoscere le particolari esigenze delle zone disagiate.

Rossi. Nella relazione che il presidente ha letto davanti al parlamento regionale si colgono alcuni segnali, non tutti positivi, per la sanità elbana. Rossi è partito dal presupposto che la riforma sanitaria sia necessaria per fare fronte alla drastica riduzione di fondi dovuta alla spending review (meno 441 milioni di euro, di cui 210 nella sanità) e ha spiegato come la rimodulazione delle Asl sia, per la Giunta, l'unica opzione perseguibile. Da una parte ha allontanato la possibilità della chiusura dei piccoli ospedali: "ridisegnare e ristrutturare l’offerta ospedaliera, con la chiusura dei piccoli ospedali determinerebbe una separazione nella comunità toscana, incrinando la sua equità territoriale, con un centro ricco di salute e una periferia povera di cure. Altre devono essere le strade da percorrere”.

La soluzione è quelle, secondo Rossi, "Piuttosto è preferibile puntare su un coerente ridisegno territoriale della disponibilità delle competenze e delle tecnologie necessarie”. Parole che rimandano al mai del tutto sepolto progetto di rete ospedaliera di Portoferraio con Piombino e Cecina.

Comuni dimenticati. Ma se da Firenze arrivano messaggi contrastanti, le speranze maggiori sono affidate alla delegazione dell'Associazione dei Comuni dimenticati che nella giornata di oggi incontrerà il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. L'associazione, nata formalmente proprio a Marciana e che vede due rappresentanti elbani nel direttivo, chiederà al ministro di cambiare la normativa in modo che non sia più una possibilità, quella da parte delle Regioni, di individuare presidi ospedalieri in aree disagiate, ma un obbligo".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diramato un bollettino con codice giallo per le produzioni 24 ore. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Lavoro

Attualità

Attualità