Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PORTOFERRAIO13°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Saviano: «La censura in Rai è un problema che riguarda tutti»

Attualità martedì 31 ottobre 2017 ore 01:05

De Santi e Galli, una stretta di mano simbolica

De Santi e Galli, una stretta di mano simbolica

E' dalle due amministrazioni comunali che è nata la volontà di riunificare la terra di Rio, così come era stato fino al 1882. La scommessa vinta



RIO — Chi l'avrebbe detto? La gente di Rio ha scelto di unirsi, e lo ha fatto in maniera inequivocabile. Certo, 1250 persone che sono andate a votare non sono molte rispetto ai poco più di 3200 abitanti del futuro comune di Rio, ma a stupire è soprattutto il 60,1% per il sì (743 voti) contro  39,9% per il no (494). Percentuali, queste, che non lasciano dubbi sulla volontà di chi ha avuto il senso civico di andare a votare per questa che è sicuramente una scelta storica, un'opportunità colta, un messaggio forte al resto dell'isola che ora non potrà ignorare il segnale che arriva dalla gente di Rio.

Del resto, le motivazioni della riunificazione dei due comuni vengono da lontano e sono molteplici, prima fra tutte l'identità storico-culturale delle due comunità, rotta nel 1882 con la costituzione del Comune di Rio Marina, fortemente voluta dalla allora società concessionaria delle miniere. Oggi i tempi sono cambiati, e le opportunità economiche della fusione sono solo una delle tantissime positività di questa nuova situazione. Lasciamo ad altri il compito di progettarle, di identificarle, di renderle un marchio vincente all'interno del contenitore turistico - culturale dell'Isola d'Elba.

Ci sia consentito però di identificare i vincitori di questa partita, che sono i due sindaci delle due municipalità riesi. Claudio De Santi, che invece di fare il sindaco di un piccolo paese si è trovanto fino al collo nelle disavventure di bilancio ereditate e gestite con una bella dose di coraggio dall'interno, prendendosele sulle spalle  ,  fino alle inevitabili dimissioni che hanno portato allo scioglimento del consiglio comunale. Renzo Galli, che in questo frangente ha mostrato alla sua gente tutte le proprie capacità manageriali che finora avevano cozzato contro la dura realtà della pubblica amministrazione e i suoi tempi elefantiaci.

Sono loro due che hanno capito questa grande opportunità , hanno preso per mano la propria gente e l'hanno accompagnata a questo passo storico. A loro, e a tutti quelli che li hanno affiancati in questa non semplice fase di passaggio che evitiamo accuratamente di commentare, va il plauso nostro e - crediamo - del resto dell'isola. 


© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Provincia di Livorno fa sapere che si sono concluse le operazioni di collaudo del tratto di strada che collega Rio Elba con Rio Marina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

DISSALATORE