Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:46 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La festa dell’Alcione per la promozione in serie C: è la prima volta in 72 anni

Attualità sabato 18 novembre 2017 ore 18:40

Una denuncia fatta per fare facile retorica

Adalberto Bertucci

Bertucci puntualizza sul progetto No Far Access: "Chi oggi denuncia era in comune fino al 30 giugno e sapeva. Perchè non lo ha fatto allora?"



PORTOFERRAIO — "Dante Leonardi, che fino al 30 giugno scorso faceva parte dell'ufficio lavori pubblici del comune di Portoferraio, dovrebbe sapere meglio di altri come stanno le cose a proposito del progetto No Far Access, evitando facile retorica".

A parlare, a titolo personale, è Adalberto Bertucci, assessore  alla viabilità del Comune di Portoferraio, con l'intento di rispondere alle perplessità sollevate dallo stesso Leonardi con una nota inviata alla stampa locale.

"Il progetto, che è iniziato nel 2016, non è ancora operativo, perchè alcuni comuni che inzialmente vi avevano aderito si sono tirati indietro. Per la cronaca, la Provincia di Livorno che è capofila del progetto No Far Access, proprio per questo motivo ha a disposizione altri 35 dispositivi per gli stalli riservati ai portatori di handicap: di questi 10 li prenderemo noi a Portoferraio, mentre il resto verrà diviso fra Cecina e Piombino. Abbiamo in programma  ad inizio 2018 la sistemazione di tutti gli stalli danneggiati e l'installazione degli ultimi 10 dispositivi".

"Rispondere alle osservazioni del geometra Leonardi è molto semplice - ha aggiunto Adalberto Bertucci - certo, tre di queste paline purtroppo sono già state buttate giù, ma mi meraviglia che lui che lavorava in comune fino al 30 giugno non se ne fosse accorto, visto che in almeno due casi lui stesso era ancora in servizio. Una lettera del dirigente lo aveva reso noto prima che lui andasse in pensione, quindi avrebbe anche potuto denunciarlo prima. Ma forse è più comodo farlo ora, piuttosto che quando era in servizio, visto che in quel caso gli avrebbe provocato un aggravio di lavoro".

"Queste considerazioni le faccio a titolo personale - conclude Bertucci - sono deluso da questo facile modo di fare retorica, mentre per chi sta dentro la struttura pubblica sarebbe stato più giusto ed opportuno  intervenire o comunque denunciare la cosa da addetto ai lavori, piuttosto che farlo adesso da semplice cittadino".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I proprietari ormai anziani devono trasferirsi in paese e cercano una sistemazione per il pony. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità