Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Cronaca venerdì 03 giugno 2016 ore 15:00

Riese pesca troppi polpi, confiscati e donati

La Guardia Costiera ha pizzicato un pescatore elbano fuori norma, molti anche gli interventi su natanti in difficoltà a Sottobomba e Africhella



RIO MARINA — Spiacevole sorpresa per un pescatore sportivo subacqueo riese: la sera di ieri, 2 giugno, il pescatore aveva fatto rientro, con il suo natante da diporto presso il porto di Rio Marina, dopo una battuta di pesca subacquea in apnea, durata tutto il pomeriggio. Ma questa volta, ad attenderlo, ha trovato due militari della Guardia Costiera che hanno provveduto ad effettuare un controllo sui documenti di bordo e soprattutto sul pescato catturato.

A bordo, il personale della Capitaneria di Porto ha riscontrato che il natante era privo della necessaria copertura assicurativa ed oltre a rilevare metodologie di cattura non consentite, ha rinvenuto un quantitativo di polpi superiore a quello previsto dalle vigenti norme in materia di pesca. Pertanto, i militari, oltre a contestargli illeciti amministrativi che prevedono pesanti sanzioni pecuniarie, hanno provveduto a porre sotto sequestro la barca a motore senza assicurazione, il prodotto ittico rinvenuto, interamente devoluto in beneficenza, il fucile subacqueo con il quale è stato pescato ed altro materiale vietato dalla normativa sulla pesca.

L’estate sembra iniziata davvero per gli uomini e le donne della Capitaneria di porto elbana: in questi giorni, infatti, i militari sono stati impegnati a far fronte a più richieste di soccorso in mare, ad attività di vigilanza sul demanio marittimo e ad interventi di controllo sulla filiera della pesca.

I soccorsi in mare hanno visto protagoniste imbarcazioni da diporto naufragate, una presso lo Scoglio Africa, nei pressi dell’isola di Montecristo, immediatamente soccorsa da un’imbarcazione del Corpo Forestale dello Stato, un’altra presso la località di Sottobomba a Portoferraio, resa particolarmente difficile dalle condizioni meteomarine e risolta dal coraggio di un Sottufficiale della Guardia Costiera che ha tratto in salvo il naufrago tuffandosi tra le onde ed infine una barca assistita dalla motovedetta della Capitaneria a causa di problemi tecnici nel corso della navigazione. 

Inoltre, il personale della Guardia Costiera è intervenuto presso la spiaggia della Padulella a Portoferraio, per attività di verifica del confine demaniale e per vigilare, in coordinamento con il Comune di Portoferraio, ESA e Igiene Service sulla pulizia e le modalità di livellamento della spiaggia stessa. Numerosi rottami e materiali di scarto sono stati finalmente rimossi restituendo così l’arenile alla libera fruizione dei cittadini. 

Sempre per prevenire illeciti sulle spiagge prima dell’inizio della stagione estiva, in sinergia con il Comune di Portoferraio, si sono svolte delle riunioni di coordinamento con i titolari dei punti blu dove sono state impartite precise direttive da parte della Guardia Costiera per garantire un corretto uso del pubblico demanio a vantaggio della collettività. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Controlli intensificati dei carabinieri sulle strade elbane nel fine settimana per garantire la sicurezza e la legalità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità