QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 14 novembre 2019

Politica venerdì 20 novembre 2015 ore 16:26

"Il Pd cambia le cose? Sì, ma in peggio"

Maristella Bottino e Gianluigi Palombi rispondono al segretario del Pd elbano Zini: "Hanno peggiorato la sanità elbana rispetto a 15 anni fa"



PORTOFERRAIO — "Probabilmente la giovane età e l'inesperienza contribuiscono ad alimentare una confusione di fondo nel giovane segretario del PD elbano Zini, che sembra non aver ben compreso la differenza tra il ruolo istituzionale dei sindaci, anche se spesso espressione di ben definite aree politiche e quello più prettamente politico dei partiti".

Rispondono così Maristella Bottino, coordinatore provinciale di Forza Italia e Gianluigi Palombi, responsabile provinciale sanità, al segretario del Pd elbano Federico Zini. Si accende lo scontro politico fra i due partiti e il duo Bottino-Palombi continua: 

"Eppure l'esempio del sindaco Lambardi espressione politica del PD e suo predecessore, che governa il Comune di Campo nell'Elba con una giunta costituita anche da esponenti di destra, dovrebbe fargli comprendere come sia ben più complesso ed articolato il rapporto tra gli amministratori locali e i partiti che rappresentano, altrimenti avrebbe già da tempo urlato allo scandalo campese. 

Il grande impegno e dedizione con cui, ormai da anni, i sindaci elbani stanno portando avanti l’eccezionale battaglia contro lo smantellamento della sanità elbana, è prima di tutto una straordinaria lotta degli amministratori per i loro cittadini, con una unità di intenti che prescinde dalla propria convenienza politica.

Il fatto che ci possano essere alcune diversità di vedute tra sindaci della stessa area politica è proprio la dimostrazione di rara onestà e libertà intellettuali. Probabilmente lo Zini è abituato ai sindaci del PD che, in questi anni, hanno osservato in complice silenzio, il totale smantellamento della sanità provinciale livornese senza battere ciglio, sottostando ai rigorosi diktat dei loro referenti regionali, a cui hanno permesso la progressiva desertificazione dei nostri servizi sanitari ospedalieri e territoriali, non osando contraddirli per timore reverenziale o semplicemente per paura di essere defenestrati politicamente.

Forza Italia è da sempre accanto ai propri amministratori e ne condivide in toto le battaglie, pur nella consapevolezza e rispetto dei rispettivi ruoli. Questo non vuol dire affatto che Forza Italia non abbia una sua idea sulla buona sanità elbana che, in grande parte, coincide con quella dei suoi amministratori e va in direzione opposta a quella concepita dal PD che, come dimostra la storia recente, ha permesso un progressivo abbattimento dei nostri servizi sanitari. 

La perdita di decine di posti letti, la chiusura di numerosi servizi, il ridimensionamento dell'area chirurgica, il declassamento dell'ospedale, l'aumento esponenziale delle liste di attesa. Questi sono i risultati della gestione del PD in tema di sanità all’Elba. E questa direzione sembra essere confermata da una politica che, in nome della spending review, sembra voler definitivamente smantellare la sanità nella periferia, a favore di quella centralizzazione verso Livorno e Pisa, che di fatto è già in atto da molto tempo.

Il segretario Zini afferma che solo il Partito Democratico ha la volontà e la forza di cambiare le cose. Su questo non possiamo che dargli ragione, soprattutto se compariamo la sanità elbana di 15-20 anni fa a quella attuale. Il Partito Democratico ha davvero avuto la forza e la volontà di cambiare le cose, ma decisamente in peggio e questo è dato incontrovertibile.

Concludiamo con una riflessione. Il segretario del PD elbano parla di sconfitta politica della nostra classe dirigente e questa è affermazione alquanto curiosa, esprimendo Forza Italia e le liste del centro destra sull'isola ben sei sindaci su otto, compreso Portoferraio. Tuttavia, la tutela della salute dei cittadini è argomento talmente delicato e sensibile, che non può essere materia di battaglia politica o ideologica. 

Per tale delicata e vitale questione, non ci interessa alcuna vittoria politica, ma faremo di tutto per evitare la sconfitta dei cittadini elbani". 



Tag

Mose, Fiorello in diretta: «7 mld per un opera che non serve a niente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Sport