Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:25 METEO:PORTOFERRAIO11°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Bonafede irritato dalla domanda su Salvini: «Non mi interessa quello che dice»

Cultura lunedì 22 aprile 2019 ore 12:46

Cosimo I, la prima celebrazione ufficiale all'Elba

Ritratto di Cosimo I de' Medici conservato nel Comune di Portoferraio

Il 28 Aprile è prevista la prima celebrazione ufficiale all'Elba in onore di Cosimo I de' Medici, il granduca toscano ideatore della città fortezza



PORTOFERRAIO — Come già annunciato nei giorni scorsi domenica 28 Aprile a Portoferraio iniziano ufficialmente le celebrazioni del cinquecentenario dalla nascita di Cosimo I de' Medici, granduca di Toscana e ideatore della città fortezza Cosmopoli, l'attuale Portoferraio.

Domenica 28 Aprile alle ore 16 con una cerimonia pubblica sarà scoperto nel Chiostro De Laugier un altorilievo in onore di Cosimo I, opera dello scultore Paolo Grigò.

"Nella seconda metà del XVI secolo, - si legge in una nota congiunta del Comune di Portoferraio e dell'Istituzione dei Cavalieri di S. Stefano -  Cosimo I ottenne da Carlo V la baia di Ferraja, che in soli otto anni fu trasformata in una fortezza inespugnabile, con la convinzione che questo porto 'se fosse occupato da chi desidera perturbare le cose d’Italia, harebbe la via facile […] perché quel sito è forte per natura'".

"In brevissimo tempo, - prosegue la nota - il paese divenne città e fu fortemente incentivata la colonizzazione tramite amnistie ed agevolazioni fiscali. Ma Cosimo I fece molto di più e per proteggere i traffici commerciali, nel 1562, con bolla la His quae, ottenne da Papa Pio IV la costituzione del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire, con sede in Cosmopoli, per liberare il mar Mediterraneo dall’invasione turca e barbaresca e ridare sicurezza alla navigazione".

"Il presidente dell’Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano, Cav. Gr. Croce dottor Umberto M. Ascani, - prosegue la nota - nel ringraziare il sindaco di Portoferraio, architetto Mario Ferrari, il Comune ed il dottor Giorgio Cuneo per aver reso possibile questa pregevole iniziativa, invita la cittadinanza in occasione della scopertura dell’opera. Un ringraziamento particolare va all’assessore alla Cultura, dottor Roberto Marini, per la sensibilità dimostrata verso questo progetto."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Sport