Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PORTOFERRAIO18°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Attualità giovedì 28 gennaio 2016 ore 17:20

Contributo regionale per minori disabili

Con l'approvazione della nuova legge regionale è possibile richiedere un contributo che può arrivare fino a 700 euro per ogni minore disabile



PORTOFERRAIO — L’ufficio politiche sociali del Comune di Portoferraio informa che oggi è stata approvata la legge regionale n. 82 che, all'articolo n. 5, istituisce per il triennio 2016 - 2018 un contributo finanziario annuale a favore delle famiglie con figli minori di 18 anni disabili. 

Le modalità di presentazione delle richieste di contributo sono le seguenti: il contributo è annuale per il triennio 2016 – 2018 ed è pari a 700 euro per ogni minore disabile in presenza di un’accertata condizione di handicap grave. Ai fini dell’erogazione del contributo è considerato minore anche il figlio che compie il diciottesimo anno di età nell’anno di riferimento del contributo. Le istanze devono essere presentate, al proprio Comune di residenza, a partire dal 1° Febbraio fino al 30 giugno di ciascun anno di riferimento del contributo.

L' istanza può essere presentata dalla madre o dal padre del minore disabile, o da chi esercita la patria potestà, indipendentemente dal carico fiscale, purché il genitore faccia parte del medesimo nucleo familiare del figlio minore disabile per il quale è richiesto il contributo: sia il genitore, sia il figlio minore disabile devono essere residenti in Toscana, in modo continuativo da almeno ventiquattro mesi, in strutture non occupate abusivamente, a partire dalla data del 1° gennaio dell'anno di riferimento del contributo.

Il genitore che presenta domanda e il figlio minore disabile devono far parte di un nucleo familiare convivente con un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 29.999 euro. Il genitore che presenta la domanda non deve avere riportato condanne con sentenza definitiva per reati di associazione di tipo mafioso, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o altra utilità di provenienza illecita.

La modulistica per la presentazione delle domande si può scaricare dal sito della Regione Toscana (a partire dal 1 Febbraio), dal sito del Comune di Portoferraio (www. comune.portoferraio.li.it) o ritirarla presso l’ufficio politiche sociali posto al piano terra del palazzo municipale. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'ambulanza era parcheggiata ed è stata presa in pieno da un'auto parcheggiata proprio sotto la sede dei carabinieri in centro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca