QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°16° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 19 novembre 2019

Attualità martedì 07 febbraio 2017 ore 11:36

Confesercenti plaude al piano di Esa

Franco De Simone, presidente di Confesercenti, commenta l'introduzione della raccolta porta a porta in gran parte del territorio elbano



PORTOFERRAIO — Qualche giorno fa ESA ha presentato alle categorie economiche un nuovo piano di sviluppo nel quale si prevede la raccolta dei rifiuti con il sistema del porta a porta e della prossimità. 

Gli obiettivi sono quelli di migliorare quantità e qualità della raccolta differenziata e, di conseguenza, la riduzione del rifiuto indifferenziato ed i costi legati al suo smaltimento, sia per aziende che per privati.

Ad oggi i comuni elbani non raggiungono la percentuale minima richiesta del 65%, anche se Marciana Marina arriva a sfiorare la soglia. In proposito Franco De Simone, presidente della Confesercenti di Portoferraio, intervenuto sull’argomento, spiega le ragioni che vedono la propria associazione fortemente favorevole a questa iniziativa.

"Il piano presentato da Esa - commenta De Simone - ci appare ambizioso, lungimirante e funzionale anche sul piano tecnico. E' importante adesso che le amministrazioni comunali che dovranno adottarlo e soprattutto i cittadini e aziende, si impegnino seriamente affinché gli obiettivi vengano raggiunti, proprio perché questo permetterà ai Comuni di non far pagare tasse aggiuntive sullo smaltimento dei rifiuti, anzi consentirà di ridurre quelle attuali. 

Dopo che il piano sarà adottato, tutti avranno la responsabilità di farlo funzionare. Probabilmente come ogni cosa nuova o diversa avrà bisogno di essere affinata, ma occorre ricordare che il risultato positivo di questa operazione è propedeutico agli obiettivi di fare della nostra isola un luogo turistico di eccellenza. 

Forse le nuove modalità di raccolta - prosegue il dirigente dell’associazione di categoria - eseguite in modo efficace comporteranno un cambiamento culturale da parte di tutti, aziende comprese, ma i benefici attesi per il territorio sono davvero importanti e tengo a sottolineare che la nostra categoria si aspetta un’adesione ed un impegno forti soprattutto da parte delle amministrazioni comunali. 

Un ruolo decisivo spetterà alla campagna di informazione che dovrà essere rafforzata e capillare in modo che i cittadini comprendano sia l’importanza che le modalità di tutta l’operazione. 

D’altra parte sono sicuro che conferire vetro, carta, umido nei giorni prestabiliti non sarà un peso per le persone, basterà solo un po' di applicazione iniziale poi tutto diventerà naturale. 

Come associazione - conclude De Simone - voglio anche ringraziare il presidente dell’ESA, Gabriella Solari ed il direttore Diversi per averci presentato con un certo anticipo il programma di sviluppo, si è trattato di un attenzione verso le categorie economiche che abbiamo molto apprezzato e quindi degna di essere sottolineata".



Tag

Il Mose di Venezia, il rendering dell'infrastruttura: come opererà per regolare l'ingresso delle maree

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità