Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:45 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Atleta iraniano di MMA prende a calci ragazza che non indossa il velo

Cronaca giovedì 06 ottobre 2016 ore 11:28

Ancora una notte al freddo per i disoccupati

Non si placa l'emergenza al centro per l'impiego. Gentili: "Situazione non consona ad un paese civile, che vediamo ripetersi oramai da diversi anni"



PORTOFERRAIO — Continua il camping notturno al centro per l'impiego di Portoferraio. Nonostante l'intervento della Regione che nella serata di ieri ha diramato una nota nella quale rassicurava e spiegava come la procedura possa essere completata on line, ancora decine di neo disoccupati hanno pernottato sui gradini di via Victor Hugo.

Sul caso interviene Francesco Gentili, consigliere di Si - Toscana a Sinistra. "Riteniamo doveroso denunciare la situazione paradossale relativa al disagio dei disoccupati che si accalcano durante le prime luci del mattino davanti al Centro per l’impiego di Portoferraio per definire il loro stato di non lavoratori. 

E’ una situazione non consona ad un paese civile, che vediamo ripetersi oramai da diversi anni. Pensiamo che sia giunto il momento di trovare delle soluzioni, per questo abbiamo già fatto presente il caso ai nostri rappresentanti in consiglio regionale che porteranno le nostre proposte nelle istituzioni competenti in materia.

Partiamo analizzando la situazione del Centro per l’Impiego che nel corso degli anni ha subito forti tagli del proprio personale, si è passati da venti unità lavorative a dieci di cui cinque di questi lavoratori sono precari ed esercitano le loro mansioni per sole 29 ore settimanali. Inoltre sembrerebbe che attualmente siano solo tre i lavoratori addetti alle procedure di accoglienza ed iscrizione dei disoccupati.

Insomma una mole di lavoro enorme in capo a pochi addetti ed è normale che il sistema collassi nel periodo di fine lavoro stagionale. Pensiamo che questo non possa reggere nemmeno durante il futuro, alla luce del nuovo impegno che ogni disoccupato ha di presentarsi una volta al mese all’ufficio del lavoro al fine della possibile formazione e convalida del proprio status atto al mantenimento del sussidio. 

Quindi chiediamo a chi di competenza di formare altro personale dipendente già in forza nella nostra provincia per assistere tutti coloro che si presentano al centro per l’impiego.

Proponiamo di superare il disumano affollamento dovuto all’iscrizione attraverso una procedura, come già presente in altre regioni come ad esempio la Liguria, che fissi l’appuntamento al momento della presentazione della domanda di disoccupazione. Procedura già consolidata e funzionante anche nella nostra regione per il portale di Garanzia Giovani.

Inoltre riteniamo che l’attuale sede del Centro per l’Impiego non sia adatta per l’accoglienza essendo presenti delle barriere architettoniche e non essendo previste delle uscite di sicurezza per questo proponiamo di analizzare il suo spostamento nell’edificio di Viale A. Manzoni che ospitava gli uffici della provincia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono sette le ragazze che hanno superato la prima preselezione del concorso che si è svolta a Porto Azzurro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità