QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°34° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 24 giugno 2019

Attualità mercoledì 01 luglio 2015 ore 17:08

Porto Azzurro, conti pubblici verso il risanamento

Approvato ieri in consiglio comunale il nuovo piano di riequilibrio economico finanziario. Sarà inviato al Tar che sta valutando la vicenda Esa



PORTO AZZURRO — Avanti adagio. I conti pubblici di Porto Azzurro avanzano verso un risanamento che, a meno di sorprese fiorentine, sembra sempre più probabile.

La novità è arrivata ieri in consiglio comunale quando il è stato approvato il piano di riequilibrio economico finanziario: un documento che fotografa la situazione finanziaria dell'ente e descrive le mosse che il Comune attuerà per riportare i bilanci in salute.

Una mossa concessa ai comuni in difficoltà economica dal decreto mille proroghe del Governo e che permetterà a Porto Azzurro di influenzare, o almeno questa è la speranza di Simoni e soci, il tribunale amministrativo regionale che sta valutando il piano di rientro del debito contratto con Esa.

Dopo l'accoglimento da parte delle sezioni unite della Corte dei Conti dell'istanza del Comune contro la decisione del Tar regionale di rigettare il piano di rientro del debito con Esa, ora quel documento è tornato in mano al tribunale fiorentino per una nuova valutazione ma l'atto approvato ieri apre un nuovo fronte che dovrebbe dimostrare la validità della strategia messa in campo da Porto Azzurro.

"Entro dieci giorni - afferma il sindaco Luca Simoni - inoltreremo al Tar di Firenze il documento approvato ieri e che dimostra come, grazie ai nostri sforzi, siamo riusciti a portare le cifre a un livello molto più gestibile.

Invieremo il documento per evidenziare i grandi miglioramenti che ci sono stati: un lavoro frutto di tre anni di sacrifici e economie svolto in stretta collaborazione con Esa. Vogliamo mostrare in maniera chiara e limpida le azioni messe in campo e come intendiamo risollevarci".

Il Tar di Firenze non ha un termine entro il quale rispondere, tuttavia si spera che questo nuovo passo indirizzi la decisione verso gli esiti sperati. 

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Politica

Cronaca