QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 23°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 15 settembre 2019

Attualità domenica 10 luglio 2016 ore 13:24

Autolesionismo ed aggressione in carcere

Il sindacato COSP, Coordinamento Sindacale Penitenziario, con una propria nota segnala un episodio di criticità nel Carcere di Porto Azzurro.



PORTO AZZURRO — "Ci è stato segnalato che, nell'orario della apertura della cosiddetta vigilanza dinamica - o celle aperte, chiamatela come volete - due detenuti mentre fruivano di tale beneficio al 3.o Reparto Detentivo - Sezione si sarebbero autolesionati cercando nel contempo di avvicinare e aggredire il Poliziotto Penitenziario di servizio nel 3.o Reparto e tentando anche di tagliarlo con lo stesso strumento, si pensa a lamette da barba.

Pronto e professionale il gesto conseguente dell'Agente di Polizia Penitenziaria di Porto Azzurro che, vista la delicatissima situazione e l'aggressività violenta dei due detenuti, è riuscito a chiudersi nel proprio Ufficio collocato nel reparto medesimo destinato a Corpo di Guardia e a dare l'allarme in autoprotezione chiamando i propri colleghi di rinforzo".
"Immediato l'intervento del Comando di Reparto e della Direzione che - prosegue la nota del sindacato - con l'aiuto di altri Agenti di servizio accorsi sul posto, hanno riportato la sicurezza e l'ordine nel 3.o Reparto detentivo, isolando i detenuti, a cui sono state praticate le cure necessarie del caso per il gesto autolesionistico.

"Il Sindacato COSP Coordinamento Sindacale Penitenziario, che di recente aveva fatto visita ai Baschi Azzurri dell'Isola incontrando le Autorità , Direttore Penitenziario e la Funzionaria Comandante di Reparto, auspica che le proprie osservazioni sulla gestione della Vigilanza Dinamica o celle Aperte, la questione Sicurezza del 3 Reparto a Porto Azzurro come prospettato, abbiano una corsia d'urgenza e privilegiata finalizzata a tutelare ancor più e ancor meglio tutto il personale di Polizia che lavora in quello Storico Istituto di Pena.
"Siamo come Sindacato COSP vicini a tutta la Polizia Penitenziaria di Porto Azzurro, così come siamo vicini a quelle Istituzioni che con garbo e meditazione porteranno,ne siamo certi, migliori condizioni di lavoro a chi, come i baschi Azzurri, sanno dare tanto nel nome delle Istituzioni e dello Stato di Sicurezza".

"Esprimiamo infine - conclude il Cosp - grande vicinanza e solidarietà al collega che oggi ha saputo autoregolamentarsi in un momento critico e di estrema delicatezza".



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca