QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 23°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 15 settembre 2019

Cronaca lunedì 16 dicembre 2013 ore 15:30

Partito un nuovo convoglio di aiuti per la Sardegna

Gli aiuti inviati ad Uras

La solidarietà dell'Elba ha raggiunto la comunità di Uras



PORTOFERRAIO — E’ partito, venerdì pomeriggio da Portoferraio, il secondo convoglio dell’Associazione Culturale Sarda “Bruno Cucca” in aiuto delle comunità sarde duramente e tragicamente provate dell’alluvione dello scorso novembre. A darne notizia è il direttivo dell'associazione elbana che esprime soddisfazione per il calore e l'umanità dimostrate dalla comunità dell'isola dopo la tragedia in Sardegna.

"Due camion e sei volontari" scrive Patrizia Cucca "Si sono imbarcati  da Piombino per Olbia, ospiti della Moby Lines che ha assicurato a mezzi e uomini dell’Associazione il passaggio gratuito (andata e ritorno) nonostante fossero scaduti da qualche giorno i termini del ponte gratuito attivato dalla famiglia Onorato per la Sardegna.

Il materiale raccolto dalla “Bruno Cucca” stavolta è stato dirottato su Uras (provincia di Oristano) presso la sede Caritas della Parrocchia di Santa Maria Maddalena, dove Don Tullio Ruggeri si prende cura di una comunità numerosa che abbraccia anche i piccoli paesi limitrofi e dove persiste purtroppo una situazione drammatica.

Ad accogliere il convoglio dell’Associazione sono stati lo stesso parroco e un discreto numero di compaesani, che hanno aiutato i volontari dell’Associazione a scaricare il materiale inviato: generi alimentari – tra cui dolci natalizi, alimenti per la prima infanzia e per i bambini - indumenti, coperte e cuscini, materiale elettrico, stoviglie e utensili per la casa, prodotti per la disinfezione e per l’igiene personale.

Al termine delle operazioni di scarico, la rappresentanza inviata in Sardegna è stata ricevuta dal sindaco di Uras Gerardo Casciu, che ha espresso parole di gratitudine nei confronti dell’Associazione e dell’Elba.
Particolarmente commovente è stato il successivo incontro con il vicepreside ed una scolaresca della scuola elementare di Uras, a cui sono stati consegnati ufficialmente i due scatoloni di materiale didattico inviato dagli alunni della Scuola Elementare di San Rocco di Rio Marina.

Un gesto di toccante solidarietà, accompagnato da un biglietto di auguri per le ormai imminenti festività natalizie realizzato dagli stessi studenti.
Agli alunni della scuola è stato anche consegnato un grazioso salvadanaio in cartone riempito di monetine dalla piccola Arianna, una bambina di 9 anni figlia di una famiglia di emigrati provenienti dall’Ogliastra, che ha voluto contribuire personalmente alla raccolta fondi indetta dall’Associazione con i soldini da lei messi da parte, nella speranza che venissero consegnati nelle mani di bambini come lei.

“Ogni forma di sostegno manifestata dai sardi che vivono all’Elba e dai tanti elbani che ci hanno aiutato e sostenuto in questa lunghissima maratona della solidarietà - cittadini, aziende e associazioni di volontariato - meriterebbe di essere menzionata una per una, ma non è possibile visto il gran numero di isolani che in queste settimane si sono adoperati in iniziative», commenta la presidente Patrizia Cucca, «nella sensibilità dimostrata dai bambini della Scuola Elementare di San Rocco e dalla piccola Arianna cogliamo lo spirito di vicinanza e la grande umanità che tutta l’Elba ha dimostrato alla Sardegna in questa triste circostanza».

Tra i primi ad essersi attivati per raccogliere indumenti e generi alimentari lungo il versante ovest dell’Elba, la Protezione Civile dell’Elba Occidentale che ha messo a disposizione dell’Associazione mezzi, uomini e la sede di Marina di Campo e La Pila anche in occasione della Colletta Alimentare organizzata il 7 dicembre scorso presso i supermercati Coop e Conad di Marina di Campo. A Portoferraio è stata la Misericordia a supportare con un furgone e un volontario l’Associazione alle prese per l’intera giornata di domenica, nel capoluogo come a Capoliveri e Campo, con la raccolta di generi alimentari e articoli di prima necessità sempre presso i supermercati Coop e Conad. “Una vera e propria gara di generosità, malgrado il difficile momento di congiuntura economica”, commenta il Consiglio Direttivo, che ringrazia il Gruppo Nocentini e Unicoop Tirreno per la collaborazione dimostrata nell’occasione attraverso i rispettivi capo-negozio. La dirigenza dell’Associazione rivolge, inoltre, un sentito ringraziamento anche al Comitato della Sezione Soci Coop Isola d’Elba e alla presidente Rita Imparata per avere devoluto 500,00 euro per l’acquisto di generi di prima necessità. Infine, il contributo offerto dal Bar Da Ledo e dal Comitato degli Operatori di Lacona che si sono adoperati nella raccolta di indumenti e nell’organizzazione di una Briscolata di beneficenza, il cui ricavato di 350,00 euro è stato interamente messo a disposizione dell’Associazione.

Un terzo ed ultimo convoglio di aiuti partirà alla volta della Sardegna a metà della prossima settimana per consegnare mobili, materassi, televisori, utensili per la casa, stufe, indumenti e i prodotti che è stato possibile acquistare grazie al contributo della Sezione Soci Coop Isola d’Elba: 80 confezioni di detersivo lavatrice, 10 confezioni di ammorbidente, 40 confezioni di candeggina, 40 confezioni di detergente disinfettante, 40 confezioni di sgrassatore universale, 40 confezioni di detersivo piatti, 20 confezioni di docciaschiuma, 20 confezioni di shampoo, 20 confezioni di balsamo per capelli, 10 confezioni di detergente per l’igiene intima".

L'Elba ha risposto alla richiesta di aiuto della Sardegna


Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità