Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO15°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Attualità venerdì 11 settembre 2015 ore 14:51

Mega centro commerciale nell'ex centrale Enel

Presentato in Comune un progetto per la riqualificazione dell'ex centrale Enel: al suo interno un supermercato e negozi di abbigliamento



PORTOFERRAIO — Quel rudere che accoglie i turisti in arrivo a Portoferraio e che spicca nel panorama cittadino per bruttezza potrebbe avere i giorni contati. E' stato infatti presentato in Comune un progetto di acquisizione e riqualificazione dell'ex centrale Enel di Portoferraio al cui posto potrebbe sorgere il più grande centro commerciale all'Elba.

Un supermercato e diversi negozi andrebbero a occupare i quasi 30mila metri cubi di spazio disponibile nel grande capannone di viale Zambelli (ma ci sono anche altri annessi perimetrali) che versa ora nel più assoluto degrado. Un centro commerciale dalla posizione invidiabile e che sarebbe servito, secondo il progetto presentato, da 3mila metri quadri di parcheggio disposto su due piani.

Dietro l'operazione immobiliare ci sarebbe una cordata di investitori privati che avrebbero già opzionato il bene (e su tutti spicca, secondo fonti bene informate, la catena di supermercati Eurospin) tanto da aver già affidato il progetto di riqualificazione allo studio Valenti di Livorno.

Ancora poco si sa sulle specifiche (costi e tempi) di un'operazione che cambierà il volto della zona portuale di Portoferraio ma non è forse un caso che la stessa operazione di riconversione stia avvenendo, se pur in fase più avanzata, oltre canale con l'ex centrale Enel di Tor di Sale a Piombino.

La storia dell'immobile è nota: l'edificio faceva parte del complesso siderurgico di Portoferraio, di cui faceva parte anche palazzo Coppedé che ospitava gli uffici amministrativi e direzionali. Era la vecchia Centrale macchine, convertita in centrale elettrica negli anni '50 ad uso e consumo della S.E.D.E. (società elettrica dell'elba), in seguito acquisita dalla S.T.E. (società termoelettrica elbana) ed infine dall'Enel.

Quando l'Enel ha iniziato la dismissione delle centrali non più produttive, e siamo in anni recenti, il Comune di Portoferraio vantava una prelazione all'acquisto che tuttavia non è mai stata esercitata. Da quel momento l'immobile è passato di mano fra privati e intermediari immobiliari fino a finire nel portafoglio del fondo Spazio Industriale, a sua volta gestito dalla società Idea Fimit.

Negli anni è salito agli onori delle cronache sostanzialmente per due motivi: prima per i lavori di smaltimento dei materiali di risulta durante i lavori di bonifica che si temevano tossici (la Provincia ha poi autorizzato l'operazione condotta in sicurezza) e successivamente per una situazione reiterata di degrado avendo ospitato al suo interno un campo nomadi abusivo poi sgomberato dal Comune.

L'edificio è stato poi sottoposto a tutela da parte della Soprintendenza come esempio di archeologia industriale e l'ente dovrà pronunciarsi in merito al progetto.

Detto dell'aspetto paesaggistico e ambientale, un progetto di questa portata avrebbe anche un impatto importante sulla situazione occupazionale elbana, a partire dalle ditte locali che dovrebbero effettuare i lavori alle assunzioni di negozi e indotto che porterebbe in dote.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata intorno alle 8 ed è stato segnalato da un surfista che si trovava nella spiaggia di Lacona
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Politica