Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:03 METEO:PORTOFERRAIO12°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Benigni a Papa Francesco: «Andiamo insieme alle prossime elezioni, facciamo il campo largo. Vinciamo subito»

Cronaca martedì 20 maggio 2014 ore 22:27

Maltrattamenti in famiglia, in manette un 30 enne

Pronto intervento dei Carabinieri in una casa di Porto Azzurro



PORTO AZZURRO — E' stato arrestato dai carabinieri dopo aver aggredito la moglie colpendola con calci e pugni all’interno della casa familiare a Porto Azzurro. 

Lui è un uomo di 30 anni dell’est Europa, già noto alla polizia giudiziaria per precedenti penali, domiciliato da alcuni anni nel centro longonese, il quale, stando alla ricostruzione dei fatti, per diverso tempo, avrebbe vessato, insultato e minacciato la moglie, anche in presenza dei due figli minori, arrivando persino a colpire la donna con violenza in diverse circostanze.

La vittima, condizionata da permanente timore, sino a qualche giorno fa, non aveva mai voluto formalizzare alcun atto d’accusa nei confronti del marito, sperando in un ravvedimento di quest’ultimo. L’ultimo controllo al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Portoferraio ha però fatto scattare automaticamente il “codice rosa”, che è quello assegnato alle donne vittime della violenza di genere che si presentano alla struttura sanitaria con segni evidenti dei maltrattamenti subiti e che fa partire un percorso che va dall’assistenza medica e psicologica alla denuncia, fino all’accompagnamento nell’iter processuale. Così i militari sono riusciti a convincere la donna a trovare la forza di raccontare tutti gli episodi che era stata costretta a subire.

A questo punto i militari hanno bloccato l’uomo, scongiurando più gravi conseguenze e lo hanno trattenuto in camera di sicurezza in attesa della convalida dell’arresto avvenuta l’indomani presso il Tribunale di Livorno. Il giudice, anche per evitare che si potessero reiterate le violenze, ha disposto per l’indagato la custodia cautelare nel carcere di Livorno, in attesa del processo che lo vedrà rispondere delle accuse di maltrattamenti contro familiari e conviventi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto sulla strada provinciale all'altezza delle Grotte. Un uomo e una donna sono stati trasportati al Pronto soccorso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità