QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°20° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 18 ottobre 2019

Politica venerdì 28 febbraio 2014 ore 16:10

Lavorare su programmi e contenuti

"Elba 2000" chiede ai candidati di centro destra di cambiare direzione



PORTOFERRAIO — Il Movimento politico Elba 2000 interviene sulla bagarre politica che si è sviluppata nel centro destra in seguito alla candidatura di più nomi per la carica di sindaco di Portoferraio.

Il Movimento parla dell'atteggiamento dei tre candidati del centrodestra portoferraiese che, scrive il gruppo,  "Se non cambiano subito direzione, finiranno col subire la stessa sorte dei lemmings. Esattamente come cinque anni fa.

Giusto è comunque il richiamo, che qualcuno ha fatto, ai programmi che si intende realizzare. - scrive Elba 2000 -  In un precedente comunicato, abbiamo sommariamente illustrato alcune nostre idee riguardo alla sanità e all’urbanistica. Questa volta ci occuperemo della difesa del territorio e del patrimonio storico.

Se si parla di difesa del territorio non si può che partire dal progetto del cosiddetto “water front”. Torneremo su di esso in maniera dettagliata, ma intanto possiamo citare quelli che a noi sembrano gravissimi errori:

-capannoni: al capannone esistente, con tetto di amianto (a proposito, quando sarà rimosso?), nel piazzale famoso dei blocchi al veleno, se ne aggiungerebbero altri due. Non si sta esagerando?

-Punta della rena: zona di delicato equilibrio ecologico, come tutte le zone umide, verrebbe utilizzata per la costruzione di un numero considerevole di appartamenti, con volumetrie oltretutto sproporzionate rispetto ai posti barca previsti. Per di più in prossimità delle Terme, la cui attività potrebbe risultare fortemente compromessa, proprio ora che la proprietà pare avere elaborato progetti di sviluppo finalizzati anche all’allungamento della stagione termale;

-centri commerciali: tra supermercati e discount Portoferraio dispone già di sette strutture. Non sono già abbastanza per una città di poco più di 12.000 abitanti?

-alberghi: sono note a tutti le difficoltà che stanno incontrando le strutture ricettive, a causa della flessione dei flussi turistici. Un nuovo albergo a cinque stelle non avrebbe mercato e finirebbe con l’essere trasformato, in pochi anni, in miniappartamenti. Quindi, si finirebbe col favorire un’attività speculativa: guadagno per pochi e zero posti di lavoro;

-sbarramento: in Viale Teseo Tesei verrebbe a formarsi un vero e proprio sbarramento con blocchi di cemento, che impedirebbero la vista del mare (che invece, secondo i progettisti, andrebbe visto con appositi” cannocchiali”, così li chiamano loro , che sarebbero le aperture tra un blocco e l’altro);

-parcheggio per lo smistamento del traffico commerciale: in questo parcheggio confluirebbero tutti i mezzi di trasporto in arrivo all’Elba. La merce sarebbe caricata su degli automezzi più piccoli per essere poi distribuita ai negozi e supermercati elbani. Il tutto, secondo gli estensori del progetto, per alleggerire il traffico sulle strade. In realtà, l’unico effetto sarebbe sicuramente quello di aumentare ulteriormente i costi per le nostre aziende, con conseguenti aumenti dei prezzi e inevitabili ripercussioni sulla domanda. E questo proprio in un periodo di grave crisi per il comparto commerciale.
Altri punti che attengono alla difesa del territorio:
-casamatta al Forte Inglese: la lodevole opera di recupero del Forte Inglese è stata rovinata dalla costruzione di una casamatta di fronte alla facciata della fortezza. Quindi, controllo di legalità ed eventuale demolizione;
-recinzioni: eliminare le assurde recinzioni intorno al Forte Inglese e al Forte Falcone. Sono le uniche fortezze d’Europa “ingabbiate” da recinzioni;
-accessi al mare: liberare gli accessi al mare ovunque le spiagge non siano accessibili via terra (Cala dei Frati, ecc.);
-Le grotte: si tratta di una zona di incomparabile bellezza e per di più contenente i resti di un’antica villa romana. Dunque, bisognerebbe favorire accordi con il proprietario per garantire la piena fruibilità dell’area.
Nei prossimi giorni interverremo con un nuovo comunicato per toccare ulteriori punti del nostro programma.
Elba 2000
M. L."



Tag

Richard Gere a «Piazzapulita»: «Salvini vorrebbe che portassi i migranti a Hollywood? Se avessi un aereo privato, lo farei»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Politica

Attualità