Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:PORTOFERRAIO21°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»

Attualità giovedì 28 maggio 2015 ore 17:18

L'attacco della minoranza sul caso Pinzuti

​Il capogruppo Cosetta Pellegrini denuncia le responsabilità dell'amministrazione comunale nella vicenda giudiziaria che coinvolge il segretario



PORTOFERRAIO — Prevedibili e previste sono arrivate le dichiarazioni della minoranza sul caso Pinzuti. Una vicenda che rispolvera vecchie polemiche che vertevano proprio sulla figura del segretario generale del Comune e sull'organizzazione interna alla Biscotteria.

"Ho visto stamani le dichiarazioni de sindaco - comincia la Pellegrini - che diceva “se quanto scritto fosse vero prenderemo provvedimenti”. Ma che cosa stanno aspettando? Se c’è una citazione in giudizio l’amministrazione doveva essere ben consapevole di quello che stava accadendo, il sindaco già dal momento della denuncia avrebbe dovuto fare un’azione immediata per tutelare, i cittadini, gli organi politici e la città: vale a dire chiedere all’agenzia dei segretari l’apertura di una procedura disciplinare e nel frattempo chiedere un segretario a scavalco.

Questo - argomenta il consigliere comunale - avrebbe consentito di procedere con l’azione amministrativa in maniera più corretta e tutelata. Qui si tratta di incapacità politica e amministrativa a gestire problemi che un’amministrazione non si deve mai permettere a tantomeno al giorno d’oggi. 

In questo primo anno di governo Ferrari abbiamo presentato numerosissime interpellanze sottolineando la non correttezza degli atti prodotti e ci siamo dovuti confrontare più sugli aspetti amministrativi che su quelli politici. Inoltre tutti i poteri amministrativi sono stati concentrati su una persona per gestire la macchina comunale quando già si vociferava dei problemi che si potevano presentare. 

Un atteggiamento che non è giustificato neanche dalla necessità di una riorganizzazione che abbiamo sempre denunciato come illegittima, confusa e paralizzante, come si è dimostrata. Pur sapendo tutto questo e avendolo denunciato, gli hanno dato anche l'incarico di amministratore nel consiglio di amministrazione della Cosimo de' Medici e hanno acconsentito a revocare il regolamento che disciplinava le incompatibilità degli incarichi. 

Come possono definirsi parte lesa se, nonostante i sospetti e le denunce fatte dal sindaco, hanno continuato a dargli incarichi, a fargli firmare atti e approvare spesso delibere senza pareri, mettendo a repentaglio gli stessi organi istituzionali?

Nonostante i sospetti hanno lasciato a Pinzuti la dirigenza del comune allontanando di fatto gli altro dirigenti (Donati e Fontani). Riunire in capo al segretario tutti questi incarichi forse è sintomo anche di una volontà politica di gestire in un certo modo. 

La vera parte - conclude Pellegrini - lesa è la città di Portoferraio che non si merita amministratori incapaci di fare politica e di gestire amministrativamente il bene comune".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diramato un nuovo codice giallo. Ecco le previsioni per le province 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Traghetti

Attualità

Politica

Attualità