Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:50 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ecco il Var che dà ragione al Giappone

Attualità giovedì 07 maggio 2015 ore 11:15

L'acqua in centro storico torna potabile

I gruppi di minoranza, in una lettera congiunta, chiedono perchè non sia stata diffusa dal Comune la revoca dell'ordinanza sull'acqua infetta



PORTOFERRAIO — "Con questa lettera aperta, ci facciamo interpreti della forte preoccupazione dei cittadini del centro storico di Portoferraio a seguito dell’ordinanza del sindaco n.1825 del 17 aprile scorso, che segnalava il superamento del limiti previsti per il parametro batteriologico PSEUDOMONAS AERUGINOSA nell’acqua prelevata l’8 aprile nella zona mercato. Con l’ordinanza si è vietato l’uso dell’acqua dell’acquedotto, nel centro storico di Portoferraio perché non potabile.

Abbiamo avuto modo di sottolineare come nella stesura dell’ordinanza non apparisse chiaro quali fossero le zone del centro storico interessate e solo dopo aver fatto una verifica con l’ASL, si è capito che l’area coinvolta era molto vasta e interessava molti cittadini fra cui tanti anziani, pubblici esercizi, scuole, asili, ristoranti e alberghi.

A distanza di molti giorni non si è avuta più alcuna notizia ne di revoca ne di prosecuzione del divieto e neanche informazioni circa le azioni messe in campo per eliminare l’inquinamento e la eventuale fonte di inquinamento. 

Abbiamo appreso direttamente dalla Asl che in data 4 maggio l'Ufficio Igiene e Sicurezza pubblica, a seguito di controlli effettuati da ASA in questi giorni e in diverse zone del centro, ha chiesto al Sindaco la revoca dell'ordinanza. Sulla base di questo, ci chiediamo come mai a distanza di tre giorni il Sindaco non abbia ancora proceduto alla revoca, alla sua pubblicazione e ad una diffusa pubblicità con i vari mezzi di comunicazione previsti. 

Se già la prima informazione ci sembrava decisamente carente nell'interesse dei cittadini, questo ulteriore ritardo non risulta comprensibile e giustificato. I cittadini continuano a chiederci la realtà dei fatti, come stanno le cose e cosa sta facendo il Comune per tutelare ed informare correttamente tutti i cittadini del centro storico allora come ora.

Rivolgiamo pertanto questa lettera aperta al Sindaco perché spieghi ai cittadini la situazione attuale, i rischi ed i comportamenti corretti da tenere.

Si chiede inoltre al Sindaco di convocare ASA, e chieda l’esenzione dal pagamento della fornitura di acqua non potabile ai cittadini coinvolti, per il periodo di non uso della medesima perchè inquinata".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I carabinieri intervenuti per calmare l'uomo hanno scoperto che si trovava in Italia in modo irregolare. Scoperte altre situazioni di irregolarità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità