Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:52 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità mercoledì 15 aprile 2015 ore 10:38

Legambiente e "Il bluff dei Punti Blu"

L'associazione ambientalista interviene sulla questione delle spiagge campesi e attacca il sistema dei Punti Blu attuati in tutta l'isola



CAMPO NELL'ELBA — "La denuncia della minoranza campese su un’ulteriore privatizzazione delle spiagge - dicono da Legambiente - è particolarmente preoccupante perché, oltre a Galenzana, si moltiplicano i casi di occupazione di un bene pubblico.

Va però detto che l’amministrazione Lambardi porta a compimento il bluff dei punti blu che in diversi casi – come più volte denunciato da Legambiente e da cittadini e turisti e confermato dai blitz della Capitaneria di Porto – si trasformano in una vera e propria occupazione delle spiagge, anche quelle più selvagge, con gli ombrelloni e le sdraio che non vengono, come dovrebbero, forniti solo a richiesta, ma piazzati fin dalla mattina presto, costituendo di fatto piccole concessioni balneari senza averne titolo.

E’ un fenomeno che non succede solo a Campo nell’Elba ma che accadeva certamente anche con la precedente amministrazione campese. Che ora la nuova amministrazione “legalizzi” il fenomeno, occupando di fatto aree per le quali, al tempo di SOS Elba e dell’abortito piano spiagge/piano strutturale di Campo nell’Elba, Legambiente ed i cittadini manifestarono perché rimanessero pubbliche (ci sembra con la partecipazione anche di qualche attuale amministratore di maggioranza e opposizione) è un’altra cosa che ci preoccupa.

Per questo chiediamo che: venga verificato attentamente il rispetto della percentuale di spiaggia libera, che i Punti Blu restino tali e che non si trasformino in occupazione delle spiagge; che istituzioni e Forze dell’ordine garantiscano il libero utilizzo di un bene pubblico.

Invitiamo inoltre il Parco Nazionale a negare il nulla-osta per nuovi Punti Blu nell’area protetta e per il rinnovo di quelli che hanno ricevuto sanzioni negli anni passati".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il traffico di sostanze stupefacenti è stato individuato dai carabinieri grazie all'intercettazione di un pacco postale contenente marijuana
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Cultura

Cultura