Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:20 METEO:PORTOFERRAIO23°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Venezia Micaela Ramazzotti e il suo personal trainer Claudio Pallitto
A Venezia Micaela Ramazzotti e il suo personal trainer Claudio Pallitto

Attualità sabato 23 maggio 2015 ore 11:34

Il Vice Prefetto allontana l'ipotesi scioglimento

Il Vice Prefetto Daveti commenta l'ipotesi di scioglimento del consiglio comunale avanzata dal Pd ma potrebbe esserci il commissariamento regionale



PORTOFERRAIO — Niente scioglimento del consiglio comunale ma molto probabile il commissariamento regionale ad acta. E' questa la valutazione preventiva che il vice Prefetto Daveti fa sulla vicenda dei conti comunali di Portoferraio.

Il punto focale della vicenda si sposta quindi dall'approvazione del bilancio consuntivo 2014 avvenuta all'ultimo giorno utile (ma sulla cui regolarità tecnica il Pd portoferraiese ha avanzato una serie di dubbi che confluiranno nell'esposto) all'approvazione del riaccertamento straordinario dei debiti e dei crediti che doveva accompagnare l'approvazione del bilancio. Mentre l'approvazione del bilancio dipende dal consiglio comunale, il riaccertamento è un atto di giunta, tutto in capo all'esecutivo comunale.

L'ipotesi scioglimento del consiglio era stata avanzata ieri dalla dirigenza del Pd ed è riaffermata dalla stessa Cosetta Pellegrini che riporta un articolo del Sole 24 Ore secondo cui, al mancato atto, l'ordinamento fa conseguire la sanzione prevista dall'articolo 141, comma 2 del Tuel (Testo unico degli enti locali) che appunto prevede lo scioglimento dopo il commissariamento da parte della Regione.

In sostanza l'organo regionale di controllo invia un commissario che obbliga la giunta ad approvare il riaccertamento dei debiti e dei crediti, se il consiglio non lo approva si dà avvio alla procedura di scioglimento.

Ma secondo il vice prefetto Daveti non sarebbe questo il caso: "Quella norma va integrata con un testo successivo del 2011 che, in caso di mancato riaccertamento, fa conseguire solo la parte che riguarda il commissariamento regionale ad acta. Tuttavia accoglierò l'atto che mi presenteranno e lo valuterò in tutte le sue parti".

Una diatriba in punta di diritto quindi che non sposta la valutazione politica sulla vicenda che si presenta ingarbugliata su di un atto fondamentale e molto "politico" come il bilancio comunale.

Una valutazione che, come pare possibile, in caso di commissariamento regionale non potrebbe che peggiorare fornendo armi di contestazione sempre maggiori alle opposizioni e che non allontanerebbe l'ipotesi ventilata di una mozione di sfiducia individuale verso il sindaco Mario Ferrari.

Dalla Biscotteria al momento non giunge alcun commento sulla vicenda ma una presentazione ufficiale del bilancio è stata promessa per la prossima settimana.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I carabinieri forestali hanno trovato opere eseguite e in corso senza i necessari permessi e hanno denunciato la proprietaria
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità