Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:12 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europee, Schlein: «Mi candido per sostenere la nostra squadra di candidati»

Attualità martedì 03 marzo 2015 ore 15:38

Il sondaggio dice sì al "Teatro Cioni"

L'associazione Ilva Isola d'Elba commenta l'esito del sondaggio condotto da Tenews sull'intitolazione del teatro dei Vigilanti a Renato Cioni



PORTOFERRAIO — Sono stati pubblicati oggi i risultati del sondaggio promosso da Tenews, che ai suoi lettori aveva rivolto il quesito “Dedicare il teatro dei Vigilanti a Renato Cioni. Siete d’accordo?”. I voti sono stati oltre 300, i sì il 70% contro il 30% dei no. 

"Come avevamo previsto - esultano dall'associazione Ilva Isola d'Elba - la vittoria dei sì è stata schiacciante. Pur con i limiti insiti in ogni sondaggio, on line o meno, una verità emerge in modo indiscutibile: i Portoferraiesi, gli Elbani (o comunque le persone interessate alle vicende dell’Isola) amano Renato Cioni, gli sono grati e desiderano che il suo nome e la sua memoria vengano degnamente onorati dedicandogli il Teatro dei Vigilanti.

L’ipotesi ‘minima’ caldeggiata da Italia Nostra - spiegano dall'Ilva, in polemica con l'associazione che invece aveva proposto la soluzione "mista" - che avrebbe desiderato per il grande tenore elbano una pura e semplice targa commemorativa, è stata sonoramente bocciata, mentre la proposta di intitolazione fatta dal Comune di Portoferraio è stata promossa a pieni voti.

Ora ci auguriamo che Ferrari e Marini portino al più presto a compimento la loro lodevole iniziativa. Ci risulta che si siano espressi per il sì, anche fuori dall’Elba, numerosi appassionati di lirica, i quali non hanno dimenticato, nell’ambito della sua splendida carriera, le storiche edizioni della Tosca, della Traviata e della Norma di cui Cioni fu interprete rispettivamente con la Callas, con la Freni e con la Sutherland.

Rimane la delusione nei confronti di coloro i quali non hanno capito quanto giusto e nobile sia tale progetto. Al riguardo in giro per lo ‘Scoglio’ si respira un’aria di amarezza molto simile a quella che traspare dalle parole, affettuose e belle, rivolte idealmente a Renato Cioni da Gino Lupi: “Gigante della musica lo sei stato anche tu che hai calcato a lungo i teatri più prestigiosi del pianeta ma pare proprio che il tuo paese intenda non andare oltre una targhetta di marmo da appiccicare chissà dove”.

Per fortuna non andrà a finire così, visto che la tesi polemicamente riduttiva di Italia Nostra (e di pochi altri) è stata respinta dai più".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I proprietari ormai anziani devono trasferirsi in paese e cercano una sistemazione per il pony. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità