QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 15 novembre 2019

Imprese & Professioni martedì 27 agosto 2019 ore 06:55

​I protagonisti della Serie A che sta partendo

I protagonisti del prossimo campionato tra vecchie glorie e new entry



TOSCANA — La nuova Serie A riparte con il botto, uno di quelli importanti vista la grande platea di giocatori vecchi e nuovi militanti nelle principali squadre del torneo italiano, ormai meno prestigioso rispetto agli anni d'oro tra la decada dei 90 e dei 2000 ma comunque sempre molto competitivo. Lo sanno bene i tifosi delle squadre più quotate alla vittoria, i quali continuano in maniera spasmodica a seguire le vicende di un campionato nel quale la Juventus punta al nono Scudetto di fila dopo aver dominato durante gli ultimi otto anni senza quasi mai trovare una replica o un rivale adeguato. Nel campionato prossimo ad iniziare, sono vari i calciatori in grado di rubare la scena ed essere protagonisti assoluti. Tra questi vi è sicuramente l'ultimo acquisto della Fiorentina, quel Frank Ribery deciso a sposare il progetto viola dopo aver fatto la storia al Bayern Monaco con la consapevolezza di avere ancora molto da dare ad alti livelli. Il colpo della nuova dirigenza della Viola è però solo l'ultimo di un'estate bollente nella quale sono giunti una serie di elementi importanti ad incrementare l'elevato tasso tecnico del campionato italiano. Andiamo a vedere quali sono stati gli arrivi più interessanti del calciomercato attuale della Serie A.

Romelu Lukaku, un carrarmato per Conte

L'Inter della proprietà Suning, holding cinese con la liquidità adeguata per riuscire a plasmare una squadra importante, ha voluto innanzitutto puntare su un tecnico solido e forgiato nel fuoco come Antonio Conte. L'ex allenatore della Juventus e della nazionale italiana è stato ingaggiato per far realizzare ai nerazzurri il tanto agognato salto di qualità a livello di rendimento e risultati, qualcosa di necessario da anni in una società da troppo tempo senza titoli. Il tecnico pugliese ha chiesto come rinforzo Romelu Lukaku, centravanti belga dalla stazza imponente arrivato dal Manchester United dopo una lunga serie di trattative per sostituire Mauro Icardi, sul quale ancora aleggiano nubi riguardo al futuro. Dopo il suo arrivo i nerazzurri hanno abbondantemente aumentato le loro possibilità di lottare per lo Scudetto, obiettivo per il quale sono i terzi favoriti nella lunga corsa alla vittoria secondo le principali quote delle scommesse sul calcio, a 6 il 21 agosto. Forte fisicamente e abile negli ultimi metri, il carrarmato belga è sicuramente un terminale offensivo di tutto rispetto, come dimostrano i dati statistici al Manchester United e nella nazionale belga, con la quale ha ottenuto il terzo posto al mondiale di Russia 2018. Il potente centravanti dovrà dimostrare di valere gli 80 milioni sborsati per lui, e dovrà farlo ovviamente a suon di goal e prestazioni sopra le righe.

Mario Balotelli, finalmente a Brescia

Vi sono molti centravanti dal notevole potenziale in Serie A, alcuni dei quali sono ancora in un'età che contempla degli ampi margini di miglioramento. Tra di essi vi è sicuramente Giovanni Simeone, figlio di Diego Pablo, tra le principali speranze di una Fiorentina bisognosa di un rilancio dal punto di vista dei risultati. Tuttavia, il centravanti capace di risvegliare le passioni di una piazza più di ogni altro è sicuramente Mario Balotelli, il quale dopo tre anni di esilio all'estero ha deciso di far ritorno in Serie A vestendo la maglia del Brescia Calcio, la squadra della città nella quale è cresciuto. L'operazione del ritorno di Balotelli in Lombardia è stata possibile grazie a una serie di sgravi fiscali che hanno permesso così alla società bresciana di poter contare su di lui. L'ex attaccante dell'Olympique Marsiglia, infatti, percepiva fino all'anno scorso quasi 5 milioni di euro netti all'anno, una cifra totalmente fuori dai parametri del Brescia, la cui dirigenza è stata però abilissima a trovare una soluzione, riuscendo ad offrire un contratto di tre anni a tre milioni di euro a stagione. Motivato dal poter difendere la casacca della squadra della città che lo ha visto crescere, Super Mario sarà uno dei principali protagonisi della Serie A in procinto di iniziare. I suoi anni passati al Milan e all'Inter, nei quali sciorinò il suo miglior calcio, hanno dimostrato quanto di buono potrà fare in Italia, ma ora starà a lui far vedere di che pasta è fatto ora che l'esperienza lo accompagna.

Hirving Lozano, un messicano a Napoli

Il primo messicano della storia del Napoli è stato accolto da un bagno di folla all'aeroporto di Ciampino. Hirving "Chucky" Lozano è il colpo più caro di sempre da parte del club partenopeo, che ha sborsato per lui 38 milioni di euro, uno in più rispetto a quanto fatto per Gonzalo Higuain nell'estate del 2013. Dopo le visite mediche e la presentazione ufficiale, l'attaccante arrivato dal PSV Eindhoven per espressa petizione di Carlo Ancelotti potrebbe debuttare quanto prima in campionato, sebbene il suo inserimento potrebbe essere più graduale dopo il lungo periodo di vacanza goduto in estate. Abile a giocare sia largo a sinistra sia largo a destra nel tridente offensivo, Lozano sarà seguito con molta enfasi dai suoi connazionali, consapevoli che l'occasione di poter giocare al San Paolo sia una delle più importanti della carriera del Chucky. Con la Champions League come grande vetrina europea e mondiale, il messicano cercherà di accattivarsi quanto prima la simpatia dei tifosi partenopei, da sempre amanti dei calciatori talentuosi e capaci di cambiare le sorti di un incontro con una sola giocata.

Da Ribery a Lozano, passando per Lukaku e Balotelli, la Serie A di quest'anno vedrà una 



Tag

Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Attualità