Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

Attualità martedì 14 ottobre 2014 ore 16:50

Gattaia: cantiere ancora aperto

I lavori all'immobile in calata sono ancora fermi, poco si sa del suo futuro utilizzo



PORTOFERRAIO — La Gattaia, eterno cantiere aperto.

Sulla Gattaia è stato scritto molto. Tutti i portoferraiesi ne avrebbero voluto la demolizione, ma con un’operazione dai confini ancora poco noti la precedente amministrazione, pianificandone un recupero edilizio in accordo con Soprintendenza e Provincia, ne ha decretato una definitiva sopravvivenza. 

Qualche lavoro sta andando avanti fra lunghissimi periodi di cantiere deserto (ultimo evento l’installazione di un piccolo ascensore per la modica cifra di circa 50.000 €). Nel frattempo è cambiata l’amministrazione di Portoferraio e il nuovo Sindaco ha trovato sulla sua scrivania moltissimi problemi da risolvere.

Nonostante ciò vorrei riportare la dovuta attenzione verso questa argomento. Quando sarà ultimata – intendendosi in tale accezione finita, collaudata e pronta all’uso – la ristrutturazione dell’immobile? A che ente e per quali scopi e con che modalità sarà assegnato l’utilizzo l’immobile ? Non sono vane curiosità, ma notizie che tutti i portoferraiesi vorrebbero conoscere: non è possibile tollerare ulteriormente un cantiere aperto, non si sa per quanto ancora, e per finalità ignote, posto in una delle più belle posizioni della città.

Aggiungo anche un suggerimento. La parte dell’intero progetto non ancora realizzata per carenza di fondi (per intendersi i vecchi e fatiscenti magazzini della guerra lato molo del Gallo, per nascondere i quali alla vista dei turisti è stato installato il maxi-cartellone del bicentenario di Napoleone, e quella sottospecie di sterpaglia-discarica posta dietro il cancello d'ingresso) potrebbe essere modificata con una specifica variante destinandola alla realizzazione di uno spazio con verde attrezzato a disposizione di tutti, dando così ampio respiro d’aria all’ingresso in calata Medicea. La spesa di demolizione delle strutture belliche in cemento armato è certamente molto minore della loro ristrutturazione. Salvaguardando e valorizzando le preesistenze medicee esistenti, quella area potrebbe divenire un bel giardino pubblico sicuramente apprezzato da residenti e turisti, stante la sua posizione strategica; basti ricordare la sua contiguità con le zone di sbarco delle crociere. Siamo ancora in tempo a farlo.

Alberto Nannoni


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata di allerta arancione su costa e isole e nuovi disagi nei collegamenti marittimi fra Elba e Piombino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Traghetti

Attualità

Cultura

Politica