Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:32 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità venerdì 26 marzo 2021 ore 19:10

Truffe online, falsi buoni sconti Esselunga e Coop

Sono tanti i consumatori che hanno ricevuto messaggi WhatsApp contenenti buoni e sconti delle maggiori catene di supermercati con un link da seguire



FIRENZE — Sul cellulare arriva un messaggio che propone un buono imperdibile per fare la spesa con lo sconto, l'unica cosa che si deve fare è cliccare su un link ma tanto basta per cadere nella truffa. Le grandi catene di distribuzione sono usate per rendere la truffa più credibile, Esselunga e Coop sono le ultime, in ordine cronologico, ad essere state usate per arrivare ai datti sensibili dei consumatori.

Nelle ultime settimane le segnalazioni sono aumentate confermando il momento di massima allerta per le truffe informatiche nonostante le allerte annunciate a più riprese dalla polizia postale che ha monitorato nel 2020 un massiccio ricorso alle truffe online dovuto alla pandemia che ha aumentato l'uso di internet e dei dispositivi informatici ad iniziare dal cellulare.

In cosa consiste la truffa. Su Whatsapp arriva un messaggio, un buono celebrativo, uno sconto per una ricorrenza particolare come può essere l'anniversario di Esselunga o Coop oppure le festività di Pasqua ed il messaggio è seguito da un link, spesso una url breve per non spaventare il consumatore. E' infatti possibile ridurre anche un indirizzo del deep web, il buco nero della rete, in poche lettere e numeri. La pagina di atterraggio conduce ad un questionario nel quale vengono richiesti dei dati, in alcuni casi molto sensibili come la carta di credito.

A volte il metodo è più subdolo e tenta di affascinare il consumatore. Non arriva nessun buono ma la possibilità di partecipare ad una lotteria che offre premi di valore ed infonde nel consumatore l'idea di poter tentare la fortuna ed ottenere un premio esclusivo. Il consumatore ovviamente vince sempre e viene invitato ad inviare i propri dati per la riscossione del premio.

Non è tutto, dopo avere dato l'illusione della vincita il consumatore è invitato a condividere l'opportunità di giocare con amici e parenti ed è invitato a girare il messaggio anche ad altri contatti lasciando libertà di scelta tra la cerchia di amici e parenti che potranno tentare la fortuna a loro volta. 

In tutti i casi di phishing, così sono definite le truffe online equiparate alla tecnica di fare abboccare i pesci all'amo, il primo consiglio è di non seguire i link che non siano chiari ed espliciti ad esempio quelli ufficiali delle grandi catene di distribuzione ma lo stesso vale per le poste o gli istituti di credito. Il secondo consiglio è quello di verificare che il sito sia protetto, ovvero che accanto all'indirizzo, sul browser appaia il logo di un lucchetto chiuso. Il terzo consiglio e più importante è di non affidare dati sensibili a seguito di lotterie o premi che vengono proposti in una modalità che non permette di individuare i reali mittenti dell'offerta.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità