QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°20° 
Domani 15°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 19 aprile 2019

Attualità mercoledì 26 novembre 2014 ore 18:09

Festa della cultura romena a Capoliveri

Il 29 e 30 novembre una serie di iniziative patrocinate dal Comune celebrerà la comunità rumena presente all'Elba. 180 i residenti rumeni a Capoliveri



CAPOLIVERI — Il 29 e 30 novembre a Capoliveri è celebrata la ricorrenza della Festa Nazionale della Romania, è la prima manifestazione di questo genere mai realizzata all’Isola d’Elba.

Il comune di Capoliveri in collaborazione con la comunità romena presente sul proprio territorio ricorderà la Festa Nazionale che la Romania celebra ogni anno da quando è divenuta Repubblica nel lontano 1918. 

Una due giorni in cui la cultura e le tradizioni locali si incontreranno per conoscere la cultura romena e che avrà inizio con la Santa Messa che sarà celebrata nella Chiesa di Santa Maria Assunta sabato 29 novembre alle 18,15 dal parroco di Capoliveri Don Emanuele Cavallo insieme a Padre Ciprian e Padre Marian di rito ortodosso. 

A seguire alle 21,30 il Teatro Flamingo ospiterà il docu-film sulla storia, la cultura, le tradizioni e i paesaggi della terra di Romania. I festeggiamenti proseguiranno domenica 30 novembre con l’apertura alle 12,30 in piazza Matteotti degli stand enogastronomici e la degustazione gratuita di piatti tipici della cucina romena. 

Uno spettacolo di musica e balli tradizionali romeni sarà messo in scena dall’Associazione Hora Hunirii che si esibirà nella piazza di Capoliveri. Parole di gratitudine sono state espresse dall’Ambasciatrice romena in Italia Dana Constantinescu “Per l'attenzione mostrata nei confronti della comunità romena presente nel comune di Capoliveri”.

“L’evento che il 29 e 30 novembre si terrà a Capoliveri – dice il sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti - vuole essere il modo per consentire alla numerosa comunità romena, circa 180 residenti, presente nel nostro comune, di festeggiare uno dei momenti più importanti della propria storia ed identità nazionale, ma anche lo strumento con cui rendere partecipe il nostro territorio e la comunità
elbana tutta di una cultura antica che è parte importante della nostra Europa. 

Oggi i romeni presenti all’Elba sono tantissimi. Persone che hanno trovato sulla nostra isola una seconda patria, e che qui hanno deciso di stabilizzarsi, lavorare, crescere i propri figli e costruire un futuro per sé e le proprie famiglie. Nostri concittadini che sono i primi ad essere sentinelle della legalità. 

Conoscere la loro cultura, apprezzarla e condividere questo momento di festa sarà il modo per essere a loro più vicini e far sentire quel senso di comunità che anche noi, in un passato non molto lontano - ed anche oggi, con le “nuove” emigrazioni - abbiamo cercato e cerchiamo in altri Paesi sparsi nel mondo”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Sport

Attualità