Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PORTOFERRAIO11°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità sabato 24 gennaio 2015 ore 19:23

Defribillatore alla Guardia di Finanza

Le Fiamme Gialle avranno a disposizione sulla motovedetta in dotazione della Sezione Operativa di Portoferraio un defribillatore donato dall'Usl 6



PORTOFERRAIO — Due nuovi defibrillatori semi-automatici, dal valore complessivo di circa 2mila euro, sono stati consegnati in comodato d’uso gratuito alla Guardia di Finanza Reparto Operativo Aeronavale Livorno che le utilizzerà sulle motovedette in dotazione alla Stazione Navale di Livorno e alla Sezione Operativa di Portoferraio.

“La consegna – spiega Eugenio Porfido, direttore generale dell’Azienda USL 6 – rientra nelle misure introdotte per la realizzazione del programma unico regionale per la diffusione e l’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni in ambienti extra ospedalieri. Casi recenti di rilevo nazionale hanno dimostrato come sia sempre necessario un intervento rapido e qualificato. Questo può essere possibile solo aumentando la capillarità di questi strumenti e soprattutto la capacità di saperli usare”.

“I nuovi defibrillatori collocati sulle imbarcazioni di servizio – dicono i comandanti della Stazione Navale di Livorno, Roberto Gagliardi, e della Sezione Operativa Navale di Portoferraio, Angelo Casamento – permetteranno di ampliare il raggio di intervento del primo soccorso in favore delle vittime di infarto non solo a bordo dei piccoli natanti, ma anche di tutte quelle, numerose in estate, che si trovino in difficoltà nelle piccole spiagge raggiungibili solo via mare”.

“Nella battaglia contro gli infarti – dicono Maria Rita Dragoni, responsabile della Centrale Operativa 118 e Alberto Genovesi Ebert, direttore Emodinamica dell’Azienda USL 6 – il fattore tempo è fondamentale: un intervento tempestivo può fare la differenza tra la vita e la morte".

“L’Azienda sta portando avanti questa sfida – ricorda Carlo Giustarini, direttore sanitario dell’Azienda USL 6 – per garantire una presenza crescente di defibrillatori a un territorio che per la particolare conformazione geografica e l’alto tasso di incidenza degli infarti merita una cura specifica. Da qui l’impegno alla diffusione nei campi sportivi, nelle scuole, sulle ambulanze, sui traghetti e adesso anche a bordo delle imbarcazioni della Guardia di Finanza”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A distanza di pochi giorni un altro traghetto di Toremar si ferma per un guasto. Dopo parte della giornata a Piombino poi è ripartito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Cronaca

Cronaca

Monitor Traghetti