QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 febbraio 2019

Politica venerdì 24 novembre 2017 ore 09:18

Simone De Rosas: "Ecco le mie priorità per l'Elba"

simone

Il nuovo segretario elbano del PD traccia le linee verso l'appuntamento elettorale di Rio e anticipa: "Ora il comune di versante". L'intervista



CAMPO NELL'ELBA — Si sono conclusi in questi giorni i congressi locali del Pd che hanno eletto Simone De Rosas segretario intercomunale della zona Isola d'Elba. 32 anni, campese di Seccheto, De Rosas era stato a fianco di Lorenzo Lambardi nella passata amministrazione comunale di Campo nell'Elba, ricoprendo anche l’incarico di vice sindaco, ed ora ha la possibilità di intraprendere un percorso politico che probabilmente più si addice alla sua figura e alla sua preparazione.

“Voglio ringraziare - ha scritto a caldo De Rosas - i segretari dei circoli elbani che hanno organizzato i congressi e reso possibile questo momento di confronto che come sempre mi ha arricchito.
Ringrazio loro per quello che abbiamo fatto insieme nei quattro anni passati e auguro buon lavoro ai nuovi segretari eletti coi quali inizieremo a lavorare per la nostra Isola già da questi giorni.
Un ringraziamento speciale a tutti i compagni e le compagne che mi hanno votato, alcuni conoscendomi bene, altri affidandomi un credito che proverò in ogni modo a non deludere. Da oggi inizia il lavoro per costruire un progetto politico di centro sinistra che nasca dal confronto con le persone e che guardi a tutte le forze politiche che stanno in questo campo, ai sindacati, alle associazioni, al civismo e a chi ha a cuore il miglioramento delle condizioni di vita in questo pezzo di Toscana. Il lavoro, la sanità, le scuole, il turismo, l'ambiente, i trasporti, gli assetti istituzionali, sono le priorità che abbiamo di fronte e che da troppi anni aspettano risposte all'altezza delle aspirazioni di chi è nato qui o di chi ha scelto di viverci”.

Oltre a questi argomenti generici, siamo voluti entrare più nel dettaglio chiedendo a Simone De Rosas, intanto, come pensa di affrontare la prima scadenza elettorale importante a livello locale, ovvero le elezioni per il nuovo comune di Rio.

“Le elezioni di Rio – ci ha risposto - saranno il primo importante appuntamento, insieme alle politiche della prossima primavera. Sarà una novità assoluta per tutti perché abbiamo un nuovo Comune nato dal referendum delle scorse settimane. Ci avvicineremo a quella scadenza con umiltà, sapendo che c'è molto da fare e che le soluzioni non possono arrivare dai commissari ma dalla politica. Noi partiremo assolutamente dal basso, dalle persone, e poi troveremo un candidato forte in grado di vincere. Partiremo dal basso, costruendo con la gente, coi ragazzi, un progetto politico che guardi a come sarà quel Comune tra vent'anni. Un progetto, prima ancora che un programma elettorale, che pensi allo sviluppo infrastrutturale e turistico del nuovo Comune senza dimenticare l'importanza della tenuta sociale e della qualità della vita degli anziani e dei più piccoli. Useremo i nostri due circoli per aprirci a chiunque vorrà aiutarci a proporre un futuro di lavoro e sviluppo per il Comune di Rio”.

Inevitabile chiedere se, dopo la fusione delle due Rio, si attende qualche ulteriore passo in avanti in quel senso da parte del territorio.

“Le semplificazioni istituzionali sono di fronte a noi - ha risposto Simone De Rosas - perché riguardano da vicino la qualità della vita e dei servizi che devono essere garantiti ai cittadini in un momento in cui gli enti locali sono sempre più in difficoltà. Rio ha dato l'esempio e penso che da lì si debba partire per una proposta complessiva elbana. Il Comune del versante occidentale è la nostra proposta e sono convinto che questo nuovo assetto sia nella mente dei cittadini e delle imprese molto più di quello che credono alcuni amministratori. Naturalmente queste scelte devono venire dal confronto popolare. I cittadini devono poter partecipare al processo di unificazione, capendo bene i pro e i contro di una scelta. Per questo penso che dai primi mesi del prossimo anno si possa aprire un dibattito aperto per decidere insieme il nostro futuro”.

Tornando all’attualità di questi ultimi giorni, abbiamo infine chiesto a Simone De Rosas quale sarà la linea del suo partito nei confronti delle tematiche più attuali: approvvigionamento idrico, sanità, trasporti.

“Sull'approvvigionamento idrico la nostra proposta – ci ha detto - è una strategia integrata che tenga insieme la costruzione di una nuova condotta e la realizzazione di un impianto di dissalazione che garantisca i cittadini e le imprese che vivono e lavorano nella zona interessata dall'infrastruttura. Coi cambiamenti climatici in corso non possiamo più permetterci il rischio di drastici razionamenti di acqua nei mesi estivi che mettono a repentaglio l'intero sistema turistico. Sulla sanità, andremo a vedere senza pregiudizi il nuovo piano sanitario presentato dai Sindaci elbani e cercheremo di lavorarci per avanzare proposte di merito restando al fianco dei sindacati e dialogando coi comitati. Sui trasporti ci sono due questioni molto preoccupanti per il territorio: lo stop alla continuità territoriale aerea sulla quale c'è un silenzio assordante e il nuovo assetto dell'Autorità di Sistema Portuale a Livorno che ci toglie alcuni punti di riferimento importanti per i nostri porti. In entrambe le circostanze l'Elba è relegata all'angolo senza una voce forte e unita. Noi pensiamo che questi siano due degli asset strategici del nostro territorio e dobbiamo in tutti i modi esserne protagonisti. Vedremo come si evolverà la situazione nelle prossime settimane”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità