Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PORTOFERRAIO13°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Scurati, Landini: «Oscurato monologo sul 25 Aprile, questo è regime»

Attualità lunedì 26 febbraio 2024 ore 14:00

Galenzana, espiantati gli ultimi tamerici

Legambiente Arcipelago Toscano che il 25 Febbraio ha effettuato una iniziativa nella zona: "Ora basta prepotenze"



CAMPO NELL'ELBA — La passeggiata “Conoscere per difendere”, organizzata da Legambiente Arcipelago Toscano a Capo Poro e Galenzana il 25 Febbraio è stata un trekking tra la bellezza e la prepotenza, tra la storia e chi la violenta da anni.

"Abbiamo ricostruito sommariamente - sottolinea Umberto Mazzantini, responsabile mare di Legambiente Toscana - una vicenda che dura da moltissimi anni fatta di abusi contro il bene comune in posti stupendi che sono di tutti noi e che qualcuno vorrebbe solo suoi. Una passeggiata bellissima con molti partecipanti, che ringraziamo per la loro attenzione e il loro contributo nella difesa di Capo Poro e Galenzana, ma finita nella maniera peggiore".


"Infatti, dopo essere ridisceso dal faro di Capo Poro ed essersi fatto spazio tra barriere abusive lungo sentieri spostati per favorire una progressiva privatizzazione e cementificazione e ampliati per farli diventare strade carrabili e spostati e cartelli intimidatori, il gruppo di camminatori ha raggiunto la spiaggia di Galenzana dove si è trovato di fronte all’ennesima brutta sorpresa: le ultime tamerici superstiti di Galenzana – un tempo una spiaggia selvaggia dove si poteva sfuggire al sole riparandosi all’ombra di un boschetto di questi preziosi alberi pionieri disseminato lungo l’arenile – sono state eradicate", denunciato Legambiente.

"Si tratta degli ultimi grossi esemplari di tamerici rimasto di un paio di cespugli più piccoli e di una giovane piantina nata proprio ai bordi del piccolo recinto protettivo provvisorio realizzato da Legambiente Arcipelago Toscano e Parco Nazionale a difesa della nidificazione record della tartaruga marina Federica. Tamerici che durante le calde giornate estive e le notti stellate avevano fornito ombra e riparo alle volontarie e ai volontari di Legambiente. - prosegue l'associazione -Ora, di fronte al muro dell’agriturismo Galenzana, dove sono stati realizzati recentemente lavori di rifacimento della recinzione, la spiaggia è stata “ripulita” da fastidiosi alberi protetti in zona B di un Parco Nazionale. Un atto illegale, sconsiderato e autolesionistico, visto che le tamerici superstiti mitigavano l’erosione in stato avanzatissimo della spiaggia di Galenzana determinata proprio dalla costruzione di muri e “difese”".

"Con un atto che sa di spregio e di sfida, si è portata così a termine la progressiva e metodica eradicazione del boschetto di tamerici costiere che si estendeva lungo la spieggia di Galenzana, evidenziando che il tema della passeggiata – conoscere per difendere – è più attuale che mai, come la necessità di reagire con fermezza a questo ennesimo sfregio..Per questo, Legambiente Arcipelago Toscano chiede al Parco Nazionale Arcipelago Toscano e ai Carabinieri Forestali di individuare i responsabili di quanto accaduto e chiede all’Ente Parco di posizionare telecamere che individuino in tempo reale i numerosi abusi commessi a Galenzana, come i ripetuti falò estivi in un Parco Nazionale e in periodo di divieto e il taglio di specie protette e l’apertura di strade private e la chiusura di sentieri pubblici.
Legambiente chiede anche al Parco Nazionale di farsi promotore e attuatore, insieme a quanti vorranno partecipare, di una piantumazione di tamerici sulla spiaggia di Galenzana, per restituirle il suo antico splendore di arenile selvaggio e di nuovo nido delle tartarughe marine al tempo del riscaldamento globale.
Sarebbe un bellissimo segnale che la prepotenza e l’arroganza non possono vincere. Un’occasione per fare festa per la natura e la storia, mentre finora a Galenzana e Capo Poro qualcuno sta continuando a fare brutalmente la festa alla natura e alla storia", conclude Legambiente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Provincia di Livorno fa sapere che si sono concluse le operazioni di collaudo del tratto di strada che collega Rio Elba con Rio Marina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

DISSALATORE